Home » Milano, Donatella Versace omaggia il fratello Gianni: tornano le mitiche 5 degli anni ’90
Gossip Spettacolo

Milano, Donatella Versace omaggia il fratello Gianni: tornano le mitiche 5 degli anni ’90

Donatella Versace ricorda il fratello Gianni e lo fa riportando in passerella le 5 icone anni ‘90

Claudia Schiffer, Naomi Campbell, Helena Christensen, Carla Bruni e Cindy Crawford: le mitiche top degli anni ’90 sono tornate a sfilare insieme, a Milano. E lo hanno fatto per Donatella Versace, che ha sentito che dopo 20 anni era arrivato il momento di ricordare suo fratello Gianni.
La sfilata di Donatella Versace Primavera Estate 2018 è stata, dall’inizio alla fine, un tributo vivente a suo fratello Gianni Versace. E si è chiusa in maniera leggendaria e iconica, come solo lui ha saputo essere. Le luci, dopo l’ultimo look visto in passerella si spengono, il carosello finale di modelle è pronto a uscire per i saluti finali, ma prima, un ultimo frame, da colpo al cuore. Le luci si riaccendono e le super top model degli Anni 90 sono lì statuarie, immobili, plastiche (come se tutti questi anni non fossero trascorsi, come se Gianni fosse ancora lì). Ci sono Naomi Campbell, Cindy Crawford, Claudia Schiffer, Carla Bruni ed Helena Christensen – fatali e sexy – nei lunghi abiti in lamé oro con quegli spacchi vertiginosi che solo Gianni Versace ci ha saputo regalare.
Le fab 5 scendono dai loro piedistalli e, sulle note di Freedom di George Michael, assieme a Donatella calcano la passerella pronte a creare un nuovo leggendario momento, che esattamente come allora, rimarrà nella storia della moda per sempre.
Ed a parlare dopo la sfilata è Claudia Schiffer: “Quindici anni fa ho deciso di smettere con la moda per lasciare spazio alla nuova generazione di modelle, ma ieri non ero nervosa – dice la sempre bellissima top – tornare a sfilare è stato naturale come andare in bicicletta. Lo show è stato molto emozionante, perché abbiamo lavorato tanti anni con Gianni e vogliamo tutte molto bene a Donatella”.
E poi aggiunge: “Donatella ci aveva chiesto di tenere tutto top secret fino all’ultimo, infatti – racconta sorridendo – ci ha sistemate ognuna in un hotel diverso”.

Loading...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com