News World

Corea del Nord, 16 obiettivi nel mirino delle armi nucleari di Kim

Da uno studio Ecfr, ecco gli obiettivi nucleari scelti dalla Corea del Nord

Uno studio, delineato da un report dell’European Council on Foreign Relations, basato su materiale e fonti nordcoreane, comprende una serie di obiettivi scelti dalla Corea del Nord come bersagli potenziali.
Le “maggiori città statunitensi”, “Manhattan, la Casa Bianca e il Pentagono”, le basi americane nel Pacifico, così come le portaerei a capacità nucleare, Guam, le Hawaii. In caso di guerra, ipotizza l’ECFR, Kim lancerebbe i propri missili anche su Seul –con la residenza presidenziale nel mirino- e sulle principali città giapponesi: Tokyo, Osaka, Yokohama, Nagoya, Kyoto.
Un mix di obiettivi, “perché la Corea del Nord non distingue tra l’uso di armi nucleare contro obiettivi militari e l’utilizzo contro i civili”.
I ricercatori hanno analizzato che Kim, non accetterà mai di smantellare il suo arsenale nucleare, dal momento che è consapevole dell’inferiorità della Corea del Nord, rispetto agli Stati Uniti, sa bene che in caso di attacco di quest’ultima l’unica carta per una controffensiva è l’uso del nucleare.
Ecco perché l’arma più efficace in mano a Kim è la costante “minaccia di colpire per primo”.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com