Spettacolo Televisione

Bobby Solo contro la figlia Veronica: “Cerca soldi e vuole un ricongiungimento in tv per fare audience”

In un’intervista al settimanale Spy, Bobby Solo replica alle accuse della figlia Veronica

Bobby Solo non ci sta ad apparire come un padre che ha abbandonato la figlia. Veronica Satti, attuale concorrente del Grande Fratello condotto da Barbara D’Urso, si è infatti presentata al reality come la “figlia non voluta” da Bobby Solo.

Il cantante in una lunga intervista al settimanale Spy spiega una volta per tutte cosa pensa di questa storia: “Ho dato incarico a un importante studio legale di tutelarmi perché a mio avviso si sta usando la mia persona per fare audience. C’è uno sfruttamento illecito della mia immagine a scopo di lucro. Non è più diritto di cronaca e questo non mi piace. Confermo quello che ho già detto: in 15 anni non sono mai stato contattato, né cercato se non da avvocati, carabinieri e cause penali. Questa vicenda si esaurirà solo dopo le settimane del programma, ma non ho alcuna preoccupazione perché sono fiducioso nel buon senso di chi guarda da casa”.

“In 15 anni non sono mai stato contattato, sarebbe bastata un’email, stanno facendo queste moine perché vorrebbero un ricongiungimento in tv per fare qualche punto di audience in più”, continua Bobby Solo che, rivolgendosi alla figlia, replica: “Avrebbe saputo come cercarmi, se solo avesse voluto. Mi chiamano da tutto il mondo. Sarebbe bastata anche un’e-mail: ‘Voglio abbracciarti e stare con te’, invece di andare in televisione”.

Bobby Solo non crede minimamente alle parole pronunciate durante l’ultima puntata del Gf dalla figlia Veronica: “Non c’è stata nessuna separazione. Sono state loro (Veronica e la madre Mimma Foti, ndr) a non voler comunicare con me per 15 anni per motivi economici. Lei lo ha detto in tutte le trasmissioni da due anni a questa parte, dove cercava solo soldi. Visto che quelli non ci sono, ora cercano altre strade. Veronica dice che ha rifiutato i soldi del mantenimento. Falso. Non ha rifiutato alcunché, ha semplicemente perso la causa”.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com