Home » Di Maio: “Ok a premier terzo da scegliere con Lega. Impegno per reddito di cittadinanza, Fornero e anticorruzione“
News Politica

Di Maio: “Ok a premier terzo da scegliere con Lega. Impegno per reddito di cittadinanza, Fornero e anticorruzione“

Di Maio ospite da Lucia Annunziata apre ad un accordo con la Lega

A meno di 24 ore dall’inizio del quinto giro di consultazioni tra Quirinale e dopo i ripetuti appelli di Salvini a formare un governo con il M5s, Luigi Di Maio parla a mezz’Ora di Lucia Annunziata. “Se il punto è realizzare delle cose per gli italiani, realizzare un programma elettorale, e quell’ostacolo è Luigi Di Maio premier allora dico: scegliamo insieme un presidente del Consiglio che non sia io a patto che questo presidente del Consiglio realizzi con la sua azione di governo il reddito di cittadinanza, la legge Fornero e una seria legge anticorruzione“.

“Se l’obiettivo come abbiamo sempre detto è quello di realizzare i fatti allora – ha aggiunto Di Maio – io sono sicuro che con chi ha a cuore la gente allora una soluzione la dobbiamo trovare, soprattutto se il rischio è che arrivi un altro algido governo tecnico” che “non avrebbe connessione con il Paese”.

Di Maio quindi apre ad un governo con la Lega, “insieme a Salvini possiamo scegliere un presidente del Consiglio che non sia io e che non sia Salvini, visto che è disponibile anche lui. Scegliamo una persona politica, l’ultimo dei problemi, se della Lega o del M5s. Scegliamo una personalità che possa rappresentare le due forze“. Anche un tecnico? “Purché sia una personalità in grado di gradire e comprendere il momento storico: questa è la differenza con i tecnici”.

resta sempre aperto lo scoglio Berlusconi, “Io faccio un passo indietro, Salvini fa un passo indietro, ma c’è un altro che deve fare un passo indietro” riferendosi a Silvio Berlusconi. Così il capo politico M5S Luigi Di Maio a ‘1/2h In Più’ su Rai3, spiegando di avere parlato a Salvini di questa possibilità “un po’ di tempo fa” e ricordando che “il dialogo con Salvini non è andato avanti perché c’è il tema del centrodestra”.

Quello che vuole Di Maio è “un governo politico con la Lega su determinati punti”. “L’impuntatura su Luigi Di Maio premier non c’è mai stata”, aggiunge, piuttosto “la mia persona rappresentava un argine a non mollare il presidente del consiglio dei ministri a tutto il centrodestra, anche a persone che non eravamo disposti a mettere nella compagine di governo come Berlusconi. Il dialogo non è andato avanti perché c’è il tema del centrodestra”.

 

Loading...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com