Spettacolo

Loredana Bertè: “A 67 anni ho ritrovato la mia autostima. Spero che mia sorella Mimì sia orgogliosa”

Loredana Bertè, intervistata dal Corriere della Sera, racconta del suo ritorno al successo

Una Bertè tornata in piena cresta dell’onda con il brano Non ti dico no assieme alla band salentina Boomdabash, trionfa nelle classifiche e al botteghino. 

«È magnifico! Cantare e calcare in palco è una valvola di sfogo. Questa mia alleanza con i Boomdabash si è rivelata una bomba estiva. Ma nulla succede per caso», dichiara al Corriere della Sera.

Come è nato il tormentone estivo dell’anno?

«È nato a fatica. I Boomdabash mi sottoposero una canzone rock che loro giudicavano perfetta per me. La trovai orribile e dissi loro: “Mi dovete cucire addosso un reggae, qualcosa che evochi i suoni, le armonie e le atmosfere di “E la luna bussò”. E loro, da bravi, seguirono il mio consiglio. Di lì a poco mi presentarono il brano Non ti dico no. Fortissimo. Bella contaminazione, originale. Girammo a Milano un video che era ancora inverno: loro scamiciati, io in giubbotto di velluto sulla bici fra i graffiti sotto un ponte del Naviglio e la sgargiante Galleria accanto a piazza Duomo. E tenerezze e tatuaggi di ragazze dallo sguardo enigmatico».

La Bertè racconta, poi, com’è tornare sulla cresta dell’onda dopo anni passati sottotono.

«La canzone giusta non basta a raggiungere 12 milioni di visualizzazioni e un disco di platino. Bisogna agire su se stessi. Io ho perso 12 chili in due anni. A 67 anni ho ritrovato la mia autostima. Credo fermamente in me. Ho accantonato la mia maschera tragica. Prima mi guardavo allo specchio e mi facevo schifo. Adesso mi gridano “strafiga” e io ne sono felice perché mi sento tale. Sono di nuovo una star che accende passioni e desideri. Se volessi potrei rimorchiare dopo ogni serata. Fantastico! Quando mando in giro le foto di scena dello show qualcuno pensa che io stia divulgando scatti di dieci anni fa, e invece sono foto recentissime. Seguo una dieta rigorosa a base di verdure crude e alla griglia. Non conosco più pane e pasta. Condisco con peperoncino e minuscole quantità d’olio d’oliva. Non ho fatto la pace con me stessa e con il mondo intero, ma sono più serena e spero che mia sorella Mimì sia orgogliosa di me». 

I progetti per il futuro sono tanti e Loredana non si adagia sugli allori:  «La riscossa è appena cominciata. Se non mi uccide qualcosa nel frattempo, intendo andare a Sanremo in gara. Vorrei che non succedesse di essere esclusa per la seconda volta. Due volte di seguito sarebbe davvero troppo. C’è da ricordare poi che quest’anno da Sanremo partono le riprese della fiction su mia sorella Mimì. So che Caterina Caselli ha nel cassetto una canzone inedita di Mimì che potrebbe essere utilizzata, magari affidata all’attrice-cantante Serena Rossi che interpreterà mia sorella da giovane. Ho collaborato volentieri alla stesura della sceneggiatura. Renato Zero invece ha deciso di starne fuori e non so il perché».

Ed ancora: «A settembre esce il mio nuovo album. Titolo segreto. Svelo adesso gli autori: Curreri, Fossati, Dall’Aglio, Piccoli. Una bomba fin dalla copertina. Sarà un album ricco di singoli mirabilmente prodotto e arrangiato dal maestro Luca Chiaravalli».

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com