Home » Costanzo: “A 80 anni ho la curiosità di un ragazzino. La mia intervista preferita e un sogno particolare…”
Spettacolo Televisione

Costanzo: “A 80 anni ho la curiosità di un ragazzino. La mia intervista preferita e un sogno particolare…”

Maurizio Costanzo si racconta ad Ansa:

“Ottant’anni… Il momento giusto per ringraziare di essere arrivato fino a questa età. Per guardare al futuro, ma spesso anche al passato. E per sentirsi molto fortunato: sto bene, ancora riconosco, ho tre figli e quattro nipoti”. E’ un “ottimo bilancio”, tra ironia e commozione, quello che traccia Maurizio Costanzo in una chiacchierata con l’ANSA, mentre è in vacanza ad Ansedonia, in vista del compleanno del 28 agosto. Un bilancio eccellente anche sul piano professionale: “Fin da ragazzo sognavo di fare il giornalista. Ho fatto la radio, la tv: sono in video da 42 anni. Ma la voglia ce l’ho ancora, è la stessa di quel ragazzo di tanti anni fa… Forse è un po’ una malattia”, confessa. E’ con questo spirito che elenca gli impegni per la prossima stagione: “A settembre riparte in seconda serata su Canale 5 L’intervista, con un primo ciclo che si alternerà con sei serate del Costanzo show. Poi condurrò un altro ciclo di Interviste e altri sei appuntamenti con il talk”. Senza dimenticare il Radio Costanzo Show, nel week end su Radio 105. Da Berlusconi a Maradona, da Pietro Maso a Romina Power, le interviste di Costanzo alle figure più importanti, amate o controverse, lasciano il segno: “La chiave del nostro mestiere – sottolinea – è la curiosità: mi faccio delle domande e faccio all’ospite le stesse domande che porrei se non ci fosse la telecamera accesa. L’intervista alla quale sono affezionato di più? Il faccia a faccia con Maria: è stato un confronto molto vero e ha fatto record”, sottolinea Costanzo citando lo share superiore al 22% (con picchi vicini al 26%) della puntata evento che a febbraio 2017 lo vide per la prima volta di fronte alla moglie, ‘queen Mary’ De Filippi, tra ricordi, sorrisi, spezzoni di vita e momenti di emozione. “Ma devo ammettere – sottolinea – che alla fine tutti i personaggi, anche i mascalzoni, hanno un aspetto interessante. Il segreto dell’Intervista? Essere soli, io e l’altro, in una sorta di scatola: ci si dimentica, in qualche modo, di stare in tv e questo permette all’interlocutore di aprirsi”. L’ospite che gli piacerebbe avere nel suo salotto? “Lo dico sempre: il Papa. Sperando che prima o poi un papa legga le mie dichiarazioni e ci pensi su”.

Loading...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com