Home » Maurizio Costanzo, il toccante appello a Maria De Filippi: “Per favore, non smettere mai di farlo…”
Gossip Televisione

Maurizio Costanzo, il toccante appello a Maria De Filippi: “Per favore, non smettere mai di farlo…”

Maurizio Costanzo, il toccante appello a Maria De Filippi:

«Io sono uno che i bilanci li fa spesso e, mai come stavolta, è proprio il caso di dire quanto sono stato fortunato». Così Maurizio Costanzo che festeggia gli ottanta anni con una speciale cover sul settimanale Chi. Il conduttore continua ricordando il passato: «Sono arrivato a questo traguardo in salute e facendo il lavoro che ho sempre sognato. Non amo festeggiare i compleanni, ma pensandoci un regalo lo vorrei: che Maria non smetta mai di volermi così bene».

Dei sessantadue anni di carriera, Maurizio Costanzo racconta: «Dicono che sono un uomo severo, ma in realtà lo sono stato più con me stesso. E che ho anche potere, ma in realtà chi lo è, è colui che ordina e comanda, e io non lo faccio. Credo di aver fatto bene, ma se devo riconoscere un fallimento è quando facevo l’impresario del Teatro Parioli di Roma: potevo farlo meglio. Mentre da giornalista non mi pento di nulla, ho solo un rammarico: non aver mai intervistato un Papa».

E riguardo alla famiglia dice: «Non so se sono stato un buon padre, dovrebbero dirlo loro, ma i miei tre figli sono tutti persone per bene e forse il merito è anche mio. I miei nipoti? Adoro il nostro rito della pizza: ogni 20 giorni vengo nel mio ufficio e mangiamo tutti insieme: adoro ascoltarli. E poi c’è Maria, la persona più importante della mia vita, con la quale festeggio i 23 anni di matrimonio proprio il giorno del mio compleanno. Come facciamo ad andare così d’accordo? Uno dei segreti è dormire separati, che non vuol dire libertinaggio come pensano erroneamente in molti!».

«Non mi spaventa invecchiare, è solo uno stato d’animo. C’è solo una cosa che mi manca: la vita di prima (inteso prima dell’attentato di via Fauro che ha subito nel 1993, ndr) quando non dovevo vivere sotto scorta ed ero un uomo libero». Conclude Costanzo a Chi.

Loading...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com