Gossip Spettacolo

Maurizio Costanzo festeggia 80 anni: “Attratto dall’idea di una grande festa. Sulle donne che ho avuto…”

Maurizio Costanzo festeggia 80 anni:

Maurizio Costanzo festeggia 80 anni oggi 28 agosto. Una data memorabile e detestabile per uno come lui che odia i compleanni. Quel che più teme? Non la pensione (non ha nessuna voglia di smettere di fare domande), né l’invecchiare, bensì le feste e le sorprese. «Non ho idea di quello che lei potrebbe organizzare, ma sa bene che non sono attratto dall’idea di una grande festa […] Ho deciso di non fare più niente per ricordare quanti anni compio. Vivo la mia vita giorno per giorno e sono contento per questo», ha raccontato alla vigilia. E la «lei» in questione è sua maestà Maria De Filippi, 23 anni in meno, al suo fianco – ogni oltre aspettativa – da 26.

La conduttrice è arrivata nella vita del giornalista, inventore del Maurizio Costanzo show, dopo tre mogli e una vita sentimentale tormentata («il fatto è che molti non tollerano che io, che non sono Brad Pitt, sia stato con belle donne»). C’è stata Lori Sammartino, Flaminia Morandi, mamma dei suoi primi due figli, Saverio e Camilla, che oggi lo rendono nonno, poi la lunga convivenza con Simona Izzo, e le ulteriori nozze con Marta Flavi. «Credo nella coppia, e al fatto che se non funziona si scioglie e si va avanti trovandone un’altra», la confessione di lui a Vanity Fair di qualche anno fa.

I due si conoscono per lavoro. Lei fa la consulente per una società di produzione televisiva. Le nozze sono datate 28 agosto 1995, così – per ironia del destino – il loro anniversario cade nel giorno del compleanno di lui. Come se la seconda vita di Costanzo (o terza? o quarta?) fosse iniziata al fianco di Maria De Filippi. Nessuno credeva in loro. Lui, invece, dal loro matrimonio ha imparato che «una grande complicità può trasformarsi in un affetto che può essere addirittura più forte: non c’è agli inizi, lo costruisci nel tempo, giorno dopo giorno».

Entrambi, infatti, si sono scelti. E lui le ha fatto una promessa che ancora oggi intende rispettare: «Spero di andarmene con la sua mano nella mia». Lei, oggi regina della tv tanto da far sussurrare «l’allieva ha superato il maestro», in questi anni insieme ha imparato ad avere certezze: «Di lui amo il fatto che c’è e c’è stato sempre ogni volta che ho avuto bisogno». A far funzionare il legame, lei ne è convinta, anche l’essersi incontrati al momento giusto. Quando lui aveva già raggiunto certi traguardi, quando la carriera era già importante e radicata. Per avvicinarsi a uno come lui, De Filippi non poteva fare altro che mettersi a lavorare quanto lui. «Ho accettato di rispettare la sua voglia di lavorare in santa pace tutto il giorno. Con gli anni sono persino riuscita a insegnargli che poteva fare le vacanze».

Da anni agosto lo trascorrono insieme nella casa di Ansedonia, dove lei gioca a tennis; lui legge. Lì avevano anche trascorso quella che può essere chiamata «luna di miele», dopo il matrimonio celebrato a Roma dall’allora sindaco Francesco Rutelli. «Si vede che eri abituato ai matrimoni, ormai conoscevi la procedura», ricorda lei oggi, scherzando sulla cerimonia («io invece tremavo, non sapevo cosa fare»). Ulteriore ingrediente della loro ricetta vincente è dormire in camere separate: «Sono uno che guarda la televisione fino a tarda notte, anzi fino al mattino, insopportabile. Avremmo finito per litigare», ha raccontato lui qualche anno fa, senza per questo rinunciare alla complicità: «Poi al mattino ci si ritrova. O sono io che vado da lei o è lei che viene a trovare me, ci diamo il buongiorno».

Insieme sono anche diventati genitori, di Gabriele, oggi 27 anni, adottato nel 2004. «L’adozione di nostro figlio Gabriele è stato il momento più importante della nostra vita insieme», le parole di lui. «Che sia biologico o adottivo, un figlio è un figlio, punto», conclude lei. E insieme hanno anche avuto paura di morire, per poi rinascere. Era il 14 maggio 1993 quando un’autobomba viene fatta esplodere in via  Fauro a Roma, a pochi passi dal teatro Parioli. Il giornalista, a quel tempo impegnato nella denuncia contro la mafia, era in macchina con la futura moglie. «Con Maria ci salvammo perché quel giorno avevamo cambiato l’auto. Il sicario, non riconoscendola, pigiò il pulsante in ritardo. Per lei fu uno choc, è stata male per anni». Da allora, mai più sulla stessa auto: «Mio padre mi fece promettere che non sarei più salita sulla stessa auto di Maurizio e non l’ho più fatto. Non posso tradire quella promessa».

E a voler indagare sulle liti, le loro sono sempre state poche. La conduttrice si arrabbia sempre per le stesse cose: perché lui mangia troppo (i bigné, i preferiti, sono da tempo vietati), non vuole seguire la dieta, perché cammina di meno per farmi dispetto. Costanzo sa l’immensa fortuna, ma preferisce tacere: «Se non avessi avuto questo cane pastore vicino non so come sarebbe andata. Mi dispiace dirlo perché non voglio darle soddisfazione, però è così: mi ha salvato da me stesso».

Fonte: Vanity Fair

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com