Natura Tecnologia World

Università di Città del Capo, nascono i Bio mattoni: sono fatti con la pipì

L’invenzione di un gruppo di ricercatori dell’Università di Città del Capo 

Mattoni realizzati con una materia prima particolare, l’urina. A idearli è stato un team di ricercatori dell’Università di Città del Capo in Sudafrica, che ha ottenuto mattoni da costruzione e fertilizzanti a partire dall’urina umana, in un processo praticamente privo di scarti e non inquinante. 

I bio-mattoni sono stati ricavati dall’urina lavorata con sabbia e batteri nei laboratori dell’ateneo. bio-mattoni si creano grazie al lavoro dei batteri che permettono la sedimentazione delle parti minerali. «In questo modo ciò che è considerato rifiuto diventa qualcosa di utile», ha spiegato il supervisore del progetto che puntualizza,. «Se si vogliono mattoni più robusti è possibile, basta lasciarli “lavorare” più a lungo».

I normali mattoni si formano attraverso fuoco, acqua, aria e terra che poi vengono cotti a 1400 gradi. Questo processo produce sostante deterioranti, ma anche materie inorganiche come fluoro o metalli pesanti che gravano sull’ambiente. Invece i Bio mattoni potrebbero rappresentare un’alternativa completamente naturale e non inquinante, dal momento che tutto il processo avviene a temperatura ambiente

Nei bio mattoni, come riporta Focus, il passaggio da liquido a solido è colmato da una reazione chimica nota come precipitazione batterica del carbonato di calcio – simile a quella che dà origine alle conchiglie marine. La sabbia viene colonizzata da batteri per produrre l’enzima ureasi e quindi mescolata con l’urina; l’enzima scompone l’urea (il composto chimico eliminato con la pipì) ricavandone carbonato di calcio; questa sostanza infine compatta le sabbie “sciolte” nel solido finale. Per avere mattoni più resistenti sarà sufficiente lasciare ai batteri più tempo per operare.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com