Cronaca Italia News

Ossa ritrovate alla Nunziatura: appartengono a due persone diverse

I risultati degli esami medico-legali

Le ossa sepolte sotto il pavimento di una dependance della Nunziatura apostolica a Roma appartengono a due persone diverse. La conferma di quanto già emerso nei giorni scorsi, secondo quanto si apprende da fonti qualificate, è arrivata al termine degli esami medico-legali svolti sui resti nei laboratori della Polizia Scientifica e conclusi oggi. 

Come riporta l’Ansa, analizzando i frammenti, una settantina circa tra cui parti di un bacino e di una vertebra, gli esperti avrebbero accertato infatti che alcuni presentano un ‘invecchiamento’ maggiore di altri. Inoltre sarebbero state ritrovate più ossa dello stesso tipo, cioè appartenenti alla stessa ‘regione’ del corpo. L’esame esterno non ha invece consentito di stabilire il sesso dei corpi cui appartengono quei resti. Conclusi gli esami medico-legali, inizieranno domani quelli per estrarre il Dna, attraverso una procedura che prevede il taglio e la successiva polverizzazione delle ossa. Una volta ottenuto il codice genetico si provvederà alla comparazione. Infine, in procura sarebbe stato sentito, a quanto si apprende, l’ultimo custode che ha abitato la dependance.

Tags

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com