Italia News

Chiara Danese confessa: “Dopo le cene di Arcore ho pensato al suicidio, ma Berlusconi non c’entra…”

Chiara Danese confessa:

Si era costituita parte civile nel processo contro Berlusconi per le cene ad Arcore. Ora Chiara Danese ha pubblicato un libro sulla vicenda. E al settimanale ‘Oggi’ confida: “Dopo Arcore, sono stata vittima di cyberbullismo: ho sofferto di solitudine, mi sono sentita abbandonata. Voglio far capire che certi attacchi, certe parole, possono anche uccidere, far pensare al suicidio. Io ci ho pensato. Non vedi più il futuro, hai paura degli altri, che ti giudichino, ti deridano. Ancora adesso ne ho, perché le ferite rimangono. Allora avevo 18 anni, ora sono più forte… Ne sono uscita convincendomi che quell’incubo dovesse avere un senso. E questo libro e il mio impegno per me sono una conferma, così come l’aiuto che cerco di dare a chi mi scrive perché sta vivendo le stesse cose”, ha raccontato Chiara Danese al settimanale ‘Oggi’.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com