News Tecnologia World

Addio scheda di plastica, la patente diventa app

Addio scheda di plastica, la patente diventa app:

Dopo la carta di identità elettronica arriva anche la patente elettronica. La vecchia scheda di plastica lascerà il posto al più moderno sistema ‘virtuale’: l’app. Il passaggio al digitale riguarderà anche la tessera sanitaria e poi il passaporto. L’obiettivo è quello di sfoltire la burocrazia nei processi di identificazione. Inizialmente coesisteranno i supporti fisici e digitali, poi passerà tutto sui nostri smartphone.

Come riporta il sito tecnoandroid.it, “la sperimentazione è partita nella vicina Danimarca dove è in corso l’applicazione di uno standard unico davvero rivoluzionario. L’accesso ai servizi pubblici di amministrazione, difatti, è già regolato da processi di identificazione tramite codice personale e impronta digitale.

Il Ministero delle Finanze Danimarca definisce i criteri di accessibilità per le funzioni della nuova patente di guida. Tutto molto semplice. Si registra il documento in formato digitale, si ottengono le credenziali e si effettua il log-in con il proprio profilo personale. Non è necessario firmare nessun documento ed aspettare giorni affinché questo venga rilasciato. Sarà sufficiente autenticarsi con il lettore per le impronte dopo aver confermato i dati.

Tutto questo si traduce in un enorme risparmio di tempo sia per noi che per le autorità, che potranno identificare gli utenti al fermo stradale e negli uffici con più facilità. Il Ministro dei Trasporti danesi Ole Birk Olesen esprime grande soddisfazione e riporta che:

“Oggi la maggior parte dei danesi ha uno smartphone, che ha quasi del tutto sostituito il portafogli e con il quale si svolge ogni tipo di operazione. Presto anche la tessera sanitaria sarà trasformata in un’app”

Dopo l’annuncio anche gli USA hanno deciso di adeguarsi, tanto che nel Delaware sono già state avviate le pratiche per la finalizzazione di un progetto simile che tra pochi mesi consentirà ad oltre 200.000 impiegati di accedere facilmente ai servizi della pubblica amministrazione e dei trasporti. Ancora nessuna notizia per l’Italia, ma siamo sulla buona strada”.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com