Cronaca World

Sniffa cocaina sulla tomba di Escobar e posta video su Facebook: nei guai turista 35enne

Sniffa cocaina sulla tomba di Escobar e posta video su Facebook:

Una scommessa social si è trasformata in incubo per un 35enne. L’uomo ha pistato un video che lo ritrae mentre sniffa cocaina sulla tomba di Pablo Escobar, il re dei narcos ucciso nel 1993 durante un blitz. Una pessima idea visto che si è ritrovato nei guai dopo essere stato espulso dalla Colombia ed aver ricevuto minacce di morte.

Come spiega Wales Online, il turista gallese di Swansea, era reduce da un lungo soggiorno, durato cinque mesi, in Colombia, per restare accanto alla donna che stava per dargli un bambino. Durante la permanenza gli era stato proposto di andare a visitare la tomba di Pablo Escobar. Giunto sul luogo aveva quindi scommesso 200 sterline con un amico qualora pubblicasse un video su Facebook in cui sniffava cocaina su quella tomba.

E così è stato, ma la condivisione pubblica sui social è stata un clamoroso autogol: le autorità colombiane lo hanno subito denunciato ed espulso dal paese, vietandogli anche di presentarsi nuovamente sul territorio nazionale per i prossimi cinque anni. Ma non solo, Steven ha ricevuto anche diverse minacce di morte sui social.

“Sono diventato famoso, in Colombia come in Galles. Tutto questo è imbarazzante, c’è gente che mi ferma per strada: chi mi chiede perché l’abbia fatto, chi mi deride o mi insulta. Senza contare che, se dovessi perdere il lavoro, per me diventerà praticamente impossibile trovarne un altro. Mi sento male, so di aver deluso la mia famiglia e che diventerò causa di vergogna anche per i miei figli” ha dichiarato l’uomo dopo aver fatto ritorno in Galles. Ecco il video delma bravata:

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com