Home » Annalisa Minetti insultata: “Sei cieca non dovevi fare figli” e lei risponde: “Vivo e vivrò sempre di più”
Gossip

Annalisa Minetti insultata: “Sei cieca non dovevi fare figli” e lei risponde: “Vivo e vivrò sempre di più”

Annalisa Minetti insultata dagli haters in una foto dove abbraccia la sua bambina di 10 mesi

Una foto normale, come se ne vedono tante di vita quotidiana su Instagram: una mamma che festeggia un esame andato bene all’università prendendo un caffè al bar. Solo che la mamma in questione è Annalisa Minetti e alcuni hater su Instagram non le hanno perdonato la scelta di aver messo al mondo dei figli nonostante la sua condizione di non vedente.

La denunzia è arrivata tramite un post dallo scrittore Jacopo Melio, “Provo solo tanta amarezza… quando leggo queste robe mi passa quasi la voglia di combattere per distruggere i pregiudizi e l’ignoranza che la società dimostra verso la disabilità.”

 

Annalisa Minetti non si è mai lasciata scoraggiare dalla vita, dopo che a 18 anni le è stata diagnosticata una retinite pigmentosa, la partecipazione a Miss Italia nel 1997, il primo palco di Sanremo nel 1998 (con la canzone Senza te) e una carriera da campionessa paralimpica di atletica leggera (uno dei tanti sport che pratica), da anni insegna che si può avere successo e felicità anche se disabili.

“Volevo ringraziare @iacopomelio perché ha deciso di rispondere a quei pochi ignoranti che hanno giudicato la mia vita, il mio ruolo di madre e la mia natura di donna, ha scritto Annalisa in un lungo post e poi ha aggiunto, Volevo rassicurare tutti sul fatto che io stia bene, che le parole di queste persone ignoranti e infelici non mi toccano. Da anni sono abituata a sentirmi dire di non vivere e di tutta risposta io vivo e vivrò sempre di più. Cresco i miei figli come donna realizzata nella vita e nel lavoro”.

 

View this post on Instagram

Volevo ringraziare @iacopomelio perché ha deciso di rispondere a quei pochi ignoranti che hanno giudicato la mia vita, il mio ruolo di madre e la mia natura di donna. Ringrazio Iacopo non solo per le belle parole spese per me ma sopratutto perché grazie a lui sono sommersa, da ieri sera, da messaggi di solidarietà. Volevo rassicurare tutti sul fatto che io stia bene, che le parole di queste persone ignoranti e infelici non mi toccano. Da anni sono abituata a sentirmi dire di non vivere e di tutta risposta io vivo e vivrò sempre di più Cresco i miei figli come donna realizzata nella vita e nel lavoro ; non sacrificando mai un dentino, una recita, una prima pappa nonostante questo mi costi fatica e a volta piango da sola di notte chiusa in bagno per la stanchezza. Perché si, spesso per me è tutto molto più difficile, ma nonostante questo, e nonostante la vostra ignoranza, io vivo cercando di essere all’altezza dei miei sogni e di quelli dei miei figli. Ho un uomo splendido accanto e la nostra casa è piena di sorrisi. Le persone che mi aiutano sono quelle che mi amano, non lo stuolo di collaboratori che avete millantato. Purtroppo per chi mi augura di restare chiusa in casa, mi vedrete presto in nuove sfide per la musica e per lo sport. E continuerò a condividere la felicità di crescere i miei figli con le tante persone che mi seguono e che sono nel mio cuore ❤️ #admaiora #grazie #annalisaminetti #minetti #ladiversitáèopportunità #grazie #iacopomelio #paratleta #singer #loveaboveall #noalbullismo #cyberbullismo #familyfirst #beselfconfident #love #pariopportunita

A post shared by Annalisa Minetti (@annalisaminettiofficial) on

 

Loading...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com