Spettacolo

Milly Carlucci: “Io e mio marito quando ci siamo conosciuti abbiamo fatto un patto. Cosa fanno le mie sorelle oggi…”

Milly Carlucci ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Alberto Dandolo, in esclusiva per il settimanale “Oggi”, vi proponiamo alcuni passaggi:

«Sono giorni di festa e stiamo facendo il punto della situazione prima del riavvio delle attività».

Ma lei non si ferma nemmeno durante le feste comandate? 
«Non posso permettermelo. Sono giorni intensi e importanti. Stiamo lavorando al cast di Ballando con le stelle e non è contemplato un arresto delle attività».

Persino le Camere si sono fermate in questi giorni. Lei no? 
«Mi fermo anch’io, ovvio. Ma a ridosso delle pause festive è necessario stabilire le priorità imminenti per poi procedere».

E quali sarebbero? Su, mi dia qualche anticipazione… 
«Non posso anticiparle nulla. Posso solo dirle che anche nella prossima edizione di Ballando ci sarà Robozao, il famoso Robot ballerino».

Non è una gran notizia. Mi dica almeno se confermerà la giuria dello show. 
«Giuria confermatissima. Squadra che vince non si cambia. I nostri giurati sono tra loro complementari e speculari. Li ritroverete tutti al loro posto di combattimento».

Giovanni Ciacci va dicendo che sarà nel cast del programma… 
«Le confermo che Ciacci sarà uno dei protagonisti della prossima edizione di Ballando. Avrà un ruolo inedito. Cucito su misura per lui. Giovanni lo scorso anno, ballando con Raimondo Todaro, ha sdoganato molti tabù».

Su, Ciacci e Todaro che ballano sdoganatori dei pregiudizi omosex? 
«E invece sì. Ciacci e Todaro con i loro tanghi, le loro rumbe e la loro sintonia espressa attraverso la rappresentazione artistica hanno contribuito a far cadere tanti luoghi comuni. Pensi alla signora Maria che ha guardato il programma!».

Povera signora Maria! Ciacci che volteggia come la Fracci… 
«E invece è qui la nuova chiave di lettura. La signora Maria, simbolo del pubblico tradizionalista di Rai 1, ha avuto la possibilità di considerare il ballo tra due uomini una cosa normale. Ha vissuto la naturalità della cosiddetta diversità».

Mi dia una notizia davvero rivoluzionaria. Alessandro Di Battista ballerino per una notte? 
«Magari. Ne sarei entusiasta. Peraltro so che Di Battista ha un passato da ballerino. Colgo l’occasione per invitarlo ufficialmente».

Mi sa che ora si offende Matteo Renzi.
«Renzi sarebbe perfetto. Ma in Rai non possiamo invitare politici in programmi di intrattenimento».

Peccato… 
«Qualche anno fa ci provai con Bill Clinton. Era già fuori dalla politica attiva. Non ci sono riuscita perché chiese una cifra esorbitante. Era decisamente fuori mercato».

Come ha trascorso le feste? 
«Con la mia famiglia. Per me questi giorni sono sacri. Accanto a me ho mio marito, i miei due figli e le mie amatissime sorelle».

Come è riuscita a evitare le insidie del gossip in relazione ai suoi rapporti privati?
«È molto semplice. Basta volerlo. Io e mio marito quando ci siamo conosciuti abbiamo fatto un patto: la nostra vita privata fuori dallo showbiz. E ci siamo riusciti. Sui giornali esci solo se vuoi. È una questione di scelte».

Che fine hanno fatto le sue sorelle Anna e Gabriella? 
«Sono sempre molto attive. Anna, in particolare, oltre a essere una grande regista collabora con me a Ballando. Segue i social media. Un ruolo fondamentale per creare una connessione tra il programma e le nuove generazioni».

E Gabriella? Da tempo non la si vede in tv. 
«Gabriella è sempre molto impegnata sul versante politico ed è una vera e propria ambasciatrice della cultura italiana nel mondo. È poliedrica, versatile e piena di passioni e interessi: ama il buon cinema, l’arte e la scrittura».

Per lei il 2018 è stato un anno doloroso umanamente. Ha perso molti amici e colleghi: Fabrizio Frizzi, Bibi Ballandi, Sandro Mayer. E poi suo padre, che è venuto a mancare all’età di 91 anni. 
«È vero. Un anno dolorosissimo. Ma ognuno di noi ha il dovere di trovare in se stesso gli strumenti per superare il vuoto della perdita. E fare di un lutto una opportunità di crescita e riflessione. Non è facile. È un esercizio complesso che si affina con il tempo. Con il raggiungimento della maturità».

Parliamo di vita. Cosa direbbe, se potesse, alla sua competitor di sempre Maria De Filippi? 
«Che la invito a Ballando come ballerina per una notte. In fondo facciamo tutti televisione per dar gioia ai telespettatori. E allora: Maria uniamo le forze per amore del pubblico! Ti aspetto in pista!».

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com