Home » Cristiana Capotondi: “In amore sono stata fortunata soprattutto per un motivo. Il mio rapporto col Calcio? Sono scarsa…”
Spettacolo

Cristiana Capotondi: “In amore sono stata fortunata soprattutto per un motivo. Il mio rapporto col Calcio? Sono scarsa…”

Cristiana Capotondi ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni de “I Lunatici”, trasmissione in onda su Rai Radio2:

Cristiana Capotondi ha parlato di “Attenti al Gorilla”, suo ultimo film: “Quando ho letto la sceneggiatura ho sperato che fosse un gorilla vero. Il gorilla nel film fa veramente moltissime cose, con delle tecniche ormai molto precise. È un animale a tutti gli effetti. C’è una persona che fa questo mestiere da tanti anni, fa il gorilla nella vita, sta dentro al gorilla, si è molto affezionato a questa idea, ha fatto grandi film, come il pianeta delle 12 scimmie. Dove c’è un gorilla, lui c’è. Ci ha dato una grande mano. Il pubblico vive la favola di avere un gorilla in casa, con la voce di Claudio Bisio”.

“Cosa sognavo di diventare da bambina? Tante cose. Volevo fare l’ingegnere navale. Mi piaceva costruire, ho sempre giocato con i Lego, ed  ho una grande passione per il mare. Poi le cose sono andate diversamente e sono molto contenta, perché è venuta fuori questa grande passione. Cerco sempre di sperimentare casi diversi, cerco sempre di complicarmi la vita”.

Cristiana Capotondi ha parlato anche del momento che stanno attraversando le donne in Italia e nel mondo: “Il nostro Paese è molto complicato e per questo lascia molto spazio alla creatività individuale come risposta alle difficoltà. Questo secondo me è proprio il gene italiano. Per le donne è un periodo molto positivo, da tutti i punti di vista. E lo è anche in altre parti del mondo. Abbiamo finalmente deciso di affrontare con totalità questo percorso di realizzazione personale. Abbiamo l’opportunità di realizzarci, una donna deve avere l’opportunità di realizzare i propri sogni. Noi siamo in questo punto qui. Ed è un punto meraviglioso”.

Sui modelli che ha avuto: “Sono una appassionata di biografie, leggo tante biografie di donne realmente esistite. E ce ne sono tantissime che sono state straordinarie. Però quotidianamente devo dire che sono molto fortunata perché ho avuto ormai tanti anni fa la gioia di incontrare l’uomo giusto e questo per me è stato determinante. Il mio compagno è un compagno di vita, un assoluto riferimento di valore, è molto spesso il mio modello. Forse l’amore funziona così, ci si innamora di ciò che si vorrebbe essere”.

Sull’impegno con il Calcio per la Lega Pro: “E’ una famiglia straordinaria, ci sono 59 club che attraversano tutta l’Italia, con storie straordinarie. Ci sono imprenditori che cercano di restituire al territorio quello che in qualche modo sono riusciti dalla vita ad ottenere. E’ una gioia assoluta ricoprire questo ruolo. Sono romanista, ma oggi sono tifosa di tutti i club di Lega Pro, abbiamo la Coppa Italia in cui siamo protagonisti sia contro la Lazio che contro la Roma, tiferò felicemente i nostri club, soprattutto l’Entella che ha avuto un anno molto delicato. Speriamo si faccia valere. Il mio rapporto con il calcio giocato? Gioco, giochicchio, ma sono un calciatore di scarso livello, più che essere una mezzala, cosa che aspirerei ad essere, sono una mezza sega. La butto sulla dialettica”.

Loading...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com