Televisione

Alda D’Eusanio al veleno: “Demetra vittimista, Taylor Mega meteora con una pensione ai piedi. Su Ghezzal e Capparoni…”

Alda D’Eusanio, neo opinionista della nuova edizione dell’Isola dei Famosi, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Alberto Dandolo per il settimanale Oggi:

Ora che è all’Isola dei famosi dovrà relazionarsi con ben altro tipo di “fauna”.
«Eh sì, in effetti c’è molto materiale da osservare. È la prima volta che partecipo, seppur nel ruolo di opinionista, a un reality. Una proposta, quella di Mediaset, che mi ha lasciato piacevolmente sorpresa e che ho accettato con entusiasmo e grande senso di responsabilità».

Condivide il viaggio nel mondo dell’Isola con Alessia Marcuzzi e Alba Parietti.
«Due donne intelligenti e generose. Non le conoscevo personalmente e sono state entrambe una piacevolissima scoperta. Chi punta sui nostri dissidi e litigi casca male. Tra noi non si è instaurato un rapporto né conflittuale né competitivo. Tra persone pensanti esiste il confronto. Anche e soprattutto nelle divergenze di opinioni».

Il cast di quest’anno è assai eterogeneo. Giochiamo a dare un po’ di voti ai concorrenti.
«Premetto che le mie considerazioni sui singoli partecipanti nascono dalle primissime impressioni, essendo lo show ancora all’inizio. Posso però certamente dirle che la donna che mi piace di più è Marina La Rosa. A lei va un bel dieci».

Dieci alla “gattamorta” del primo Grande Fratello?
«Altro che gattamorta! Marina è una donna con gli attributi. Si sta dimostrando una vera leader: carismatica e collaborativa. Sa tenere il gruppo e non le manda certo a dire. È una ragazza sincera e schietta. Pagherà lo scotto della sua sincerità, quando si è veri si paga sempre un prezzo».

E tra gli uomini?
«Il mio dieci va a Paolo Brosio. Lui è il vero “gattomorto” dell’isola. Simpatico, esagitato, autentico. Mi diverte quel suo costante oscillare tra sacro e profano. Credo che con la fame e le prime difficoltà la santità di cui si sente investito verrà non poco compromessa. Per fortuna potrà dimostrare di non essere un santo. Sa, l’Isola è un reality duro, che mette i concorrenti a diretto confronto con le proprie debolezze. L’Isola è un gioco serio. Anzi, in realtà non c’è nulla di più serio del gioco».

A chi vanno i voti bassi?
«Sicuramente un bel tre va a Taylor Mega. In un video postato sui suoi social prima di partire, infatti, l’influencer aveva dichiarato che sarebbe rimasta sull’isola solo tre settimane (è durata solo una, eliminata al televoto, ndr). Giusto il tempo di acquisire la sufficiente popolarità per incrementare il suo business in Rete. In questi giorni più che la sua personalità hanno fatto notizia i suoi capezzoli turgidi che sfidano ogni legge di gravità e le scarpe tacco 12 da mille euro che si è portata in Honduras. Uno schiaffo al valore del denaro. Praticamente questa ragazza porta a ciascun piede una pensione sociale!».

Demetra Hampton, l’attrice che in tv ha dato il volto alla storica Valentina di Guido Crepax, sembra invece essere la meno amata dal gruppo.
«Io credo che una persona intelligente, quando è così massicciamente criticata, non dovrebbe scivolare nel vittimismo ma semmai porsi poche, essenziali domande: “Dove ho sbagliato? Quali errori ho fatto? Come posso migliorarmi?”. Se Demetra lo volesse, questa esperienza potrebbe renderla più forte e determinata, ma per ora il mio voto è quattro».

Tra i maschietti stanno emergendo anche Abdelkader Ghezzal e Kaspar Capparoni.
«Trovo molto simpatico l’ex calciatore algerino, così virile e testosteronico, e come voto gli do un bell’otto. Mi piace molto meno invece Capparoni. L’ho trovato polemico, borioso, accentratore. Per ora una delusione. Voto due».

Secondo lei chi è il vero maschio alfa dell’Isola?
«Senza alcun dubbio Marina La Rosa».

Questo è il suo anno, Alda. Accanto all’Isola, è “ministra” di CR4 di Piero Chiambretti e conduce Vite da copertina su Tv 8.
«E pensi che non volevo più fare tv. Vivevo tranquillamente della mia pensione lontana dalle luci della ribalta. Devo molto a Chiambretti e a Irene Ghergo (l’autrice di CR4, ndr) che mi hanno voluto nello show di Rete 4. Una esperienza entusiasmante. Chiambretti è un Re Mida: tutto quello che tocca diventa oro. È un uomo intelligentissimo e lavorare con lui è un privilegio vero. Su Tv 8 invece conduco un programma che parla delle vite e delle carriere di personaggi famosi. Non è un programma di gossip, semmai è un format che racconta luci e ombre di persone particolarmente esposte a causa del loro lavoro».

Altri progetti in vista? Come immagina il suo futuro?
«Mi considero già una miracolata a poter parlare con lei in questo momento. Sette anni fa, fui vittima come è noto di un gravissimo incidente. Sono stata sul punto di morte e ci sono voluti anni per riprendermi fisicamente. Io penso solo a ciò che faccio ora e non a cosa farò. Vivo il presente, la storia non è fatta di progetti. La vita può cambiare o terminare da un momento all’altro. Per usare una metafora isolana, direi che navigo a vista».

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com