Home » Messina, pensionato trova 1,5 milioni di euro in buoni fruttiferi nella spazzatura
Curiosità

Messina, pensionato trova 1,5 milioni di euro in buoni fruttiferi nella spazzatura

Pensionato trova 1,5 milioni di euro buoni fruttiferi nella spazzatura

La passione per i francobolli ha reso ricco un uomo. E non per qualche pezzo raro, ma grazie ad un vero e proprio colpo di fortuna. L’episodio è accaduto a Messina, dove un pensionato 83enne, appassionato di filatelia, attratto da alcuni vecchi documenti gettati nella spazzatura vicino a un cassonetto, si è avvicinato per controllare. A quel punto la sorpresa: l’uomo ha scoperto un tesoro in buoni fruttiferi emessi negli anni Trenta e Quaranta: il valore attuale supera il milione e mezzo di euro. Dopo aver denunciato il ritrovamento, il pensionato non ha avuto riscontro dagli eredi ed è così diventato titolare dei buoni.

Gaetano Cannavò, è questo il nome del protagonista di questa vicenda. Gaetano è originario di Belpasso (Catania), ma risiede a Messina da anni. Quando ha visto quei vecchi documenti abbandonati credeva di rimediare qualche francobollo di valore. E invece ha trovato buoni fruttiferi postali di qualche decennio fa, del valore nominale di 5mila lire ciascuno. Come riporta TgCom, “Cannavò si è così ritrovato titolare di un patrimonio che, ha detto, gli servirà per una vecchiaia serena, oltre che per fare un po’ di beneficenza.

Poste italiane e ministero delle Finanze – Il pensionato si è già messo in contatto con due avvocati, Sara Gitto e Ilaria Napolitano del Foro di Roma, che tuteleranno i suoi interessi. A loro ha dato mandato di agire per recuperare la somma presso Poste italiane e ministero delle Finanze, obbligati in solido a “onorare” tutti i debiti esistenti anche prima dell’avvento della Repubblica italiana.

Sono i due enti, infatti, a rispondere in solido non solo dei Titoli di Stato emessi durante la Repubblica Italiana, ma anche ai tempi del Regno d’Italia. L’udienza per Gaetano Cannavò è stata fissata davanti al Tribunale civile di Roma il 23 maggio”.

Loading...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com