Cronaca

Abusi su 14enne, prof indagata: con mio marito in questura per il test del Dna

Abusi su 14enne, prof indagata:

Si aggiungono nuovi particolari alla vicenda balzata nei giorni scorsi agli onori della cronaca. A parlare è proprio la protagonista: “Non ho nulla da nascondere. Sono pronta a effettuare l’esame del Dna”. Così la professoressa indagata a Prato per violenza sessuale ai danni di un 14enne. Dalla presunta relazione è nato un bambino cinque mesi fa. La donna si è recata in Questura per il test facendosi accompagnare da suo marito, ostentando abbastanza tranquillità: “Vorrà dire qualcosa o no?”, ha detto, definendosi anche “una mamma felice”. Per il legale della famiglia del ragazzino 14enne “era chiaramente innamorata di lui”.

Roberta Roviello, l’ avvocato che assiste il 14enne, ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla vicenda: “forse davanti a una paternità inventata, che potrebbe anche essere stato l’ultimo, disperato, espediente della donna per incatenare il minore alla sua vita. Solo un’ ipotesi, per il momento”, le sue parole riportate da ‘Il Corriere della Sera’.

L’ insegnante si dichiara innocente. Sarà dunque il test del Dna a fugare ogni dubbio sulla paternità. “Quella mossa contro di me è un’ accusa terribile. Sono scioccata e non vedo l’ora di essere interrogata per chiarire tutto con i magistrati. Sono innocente e lo dimostrerò”. All’ epoca della denuncia presentata dai genitori in Questura, il ragazzino aveva rivelato che la donna, infermiera, gli dava ripetizioni di inglese e che “lo voleva sempre con sé”, rivelandogli che era proprio lui il padre di quel bambino  che avrebbe poi partorito.

Giuseppe Nicolosi, procuratore di Prato, ha precisato che le indagini “sono in una fase preliminare” e che “tutto va ancora accertato”. Da parte sua, l’ accusata si dice “tranquilla”, ma afferma di “temere le chiacchiere e i pettegolezzi. Questa storia è sulla bocca di tutti, se si capisce chi sono poi non vivo più”, accusa.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com