Cronaca News World

New York, ucciso Frank Calì: era il capo della famiglia Gambino

New York, ucciso Frank Calì:

Ucciso Frank Calì. L’italoamericano, capo della famiglia mafiosa dei Gambino, è stato freddato in un agguato davanti alla sua residenza di Staten Island, a New York. Il 53enne, considerato il mediatore di Cosa Nostra al di là dell’Atlantico, è morto in ospedale a causa delle ferite riportate. Secondo i media americani, si tratta del primo assassinio di rilievo negli ambienti della criminalità organizzata di New York da oltre 30 anni.

Secondo quanto hanno riferito alcuni testimoni, Calì è stato raggiunto da almeno sei colpi di arma da fuoco. A sparare sarebbe stato un uomo, che prima di fuggire a bordo di un’auto blu gli è passato sopra. Sempre secondo i testimoni oculari, subito dopo l’agguato, alcuni membri della sua famiglia sono usciti in strada a piangere sul corpo del boss. Finora la polizia non ha eseguito alcun arresto.

Quella dei Gambino è una famiglia storica del mondo del crimine organizzato. Secondo i criminologhi statunitensi si tratta della famiglia mafiosa più importante degli Stati Uniti. Fu particolarmente in auge sotto il comando del boss John Gotti, morto in carcere nel 2002. Al momento non è noto se siamo davanti ad un regolamento interno, o sull’orlo di una guerra di mafia tra famiglie.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com