Home » Al Bano nella black list Ucraina, Loredana Lecciso: “Questa cosa mi crea un problema in famiglia…”
Spettacolo

Al Bano nella black list Ucraina, Loredana Lecciso: “Questa cosa mi crea un problema in famiglia…”

Al Bano nella black list Ucraina, parla Loredana Lecciso:

La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno. Nessuno si satebbe mai aspettato di vedere Alblano Carrisi nella black list di un Paese. E invece è successo. Complice l’amicizia con Putin, l’Ucraina ha inserito il cantante pugliese nell’ elenco delle persone che possono rappresentare un pericolo per la sicurezza nazionale.

Loredana Lecciso ha scherzato sulla vicenda, in una intervista pubblicata sul numero del settimanale Spy in edicola. A proposito dell’intrigo internazionale che coinvolge Al Bano, la showgirl pugliese è ironica. “Non pensavo di avere un pericoloso terrorista o una spia in casa, è riuscito a passare inosservato”.

“E poi questa cosa mi crea un problema in famiglia: Al Bano è molto amato in Ucraina, ne ho testimonianza diretta perché mia cognata, Katerina, è ucraina, sarebbe un dispetto al popolo non farlo entrare”, ha aggiunto la Lecciso.

La prende con il sorriso, quindi, la donna, ma è molto decisa nel difendere il padre dei suoi figli. “Al Bano è un uomo di pace, ne sono la prova, e non è schierato politicamente. È uno che prende il meglio dalle persone: può andare a trovare Salvini e aderire ad alcune iniziative della Regione Puglia, che ha una guida di diverso orientamento rispetto alla Lega. Lui sposa l’idea e non la bandiera”.

Su Putin dice: “È un uomo che scatena reazioni opposte, di grande consenso e di grande dissenso, e ci saranno alcune cose di lui che piacciono ad Al Bano perché avrà fatto anche cose buone, immagino”. E ancora: “Putin ce l’ha con i gay? Ma ad Al Bano non è che piace per questo. Ognuno ha i suoi limiti, se una persona ha gli occhi belli e il naso brutto puoi apprezzare di lei la parte che ti piace”.

Intanto sulla vicenda l’ambasciatore ucraino, Yevhen Perelygin ha spiegato in un comunicato che l’incontro con Al Bano, “serve per spiegare meglio il motivo per cui è pericoloso per gli artisti”, si legge sulla nota che spiega come la vicenda possa risultare dannosa.

“Soprattutto per quelli molto conosciuti, flirtare con i regimi dittatoriali sanguinari sia che si tratti del Cremlino, della Siria o di altri Paesi. Vorrei fare un tentativo di convincerlo che la tesi propagandistica russa sul ‘ritorno della Crimea nella Russia’ di fatto legittima e incoraggia l’invasione militare russa in Crimea ed in Donbas nonché allontana la pace in Ucraina”, conclude il comunicato.

Potrebbe interessarti anche: Al Bano ritrova l’armonia con Loredana Lecciso e si prepara ad affrontare l’ambasciatore ucraino

Loading...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com