Home » Taylor Mega attacca Mughini: “Se qualcuno legge le st******e che scrivi è solo per un motivo…”
Gossip

Taylor Mega attacca Mughini: “Se qualcuno legge le st******e che scrivi è solo per un motivo…”

Taylor Mega attacca Mughini

Botta e risposta a distanza tra Giampiero Mughini e Taylor Mega. Il giornalista ha scritto una lettera al sito dagospia in cui si chiede chi siano le ‘influencer’. “Caro Dago, come altri italiani educati a un diverso e più antico uso della lingua, sono un po’ in imbarazzo di fronte all’uso di termini che hanno fatto irruzione nelle abitudini correnti del linguaggio e della comunicazione. Su tutti l’uso della parola “influencer”…Chi diavolo siano questi e queste “influencer” io non ne ho la più pallida idea”. Scrive Mughini.

Mughini prosegue citando anche una news calcistica circolata di recente, “Ho letto sui giornali che nelle settimane scorse i giocatori della Juve si sono incontrati per una festa alla quale erano state invitate una sessantina di “influencer” donne…Ecco, dubito che il nostro portierone si lasci influenzare dalla prima venuta nell’acquisto di un cappottone. Forse lui e le “influencer” hanno dibattuto su come meglio affrontare un calcio di rigore. Può darsi”.

Il giornalista poi nella lettera a Dagospia chiede. “Vedo che tu, e fai benissimo, non tralasci occasione per alludere alle gesta e alle immagini di Taylor Mega, una che più “influencer” di così si muore. I tacchi alti, il bikini ridottissimo e poco altro addosso. Le labbra su cui è intervenuto un chirurgo d’assalto, le pose studiatissime anche se un po’ gelide da quanto le si legge in volto che sta calcolando l’Iva sulla sua prestazione in corso. Accidenti se tutto questo non è un “influenzare” alla grande…. Ai nostri tempi le “infuencer” non c’erano proprio. Immagini che ci “influenzassero, sì qualcosa emergeva da riviste che quando le compravo le avvolgevo entro a una copia de “le Monde Diplomatique”. Foto cento volte meno attizzanti, meno influenzanti delle attuali e fulgide “influencer”. O forse no. Pose di fanciulle di cui avrei detto allora che erano delle “puttanelle” molto invitanti. Lo avrei detto fra me e me, apprezzandole e dando il risalto che meritano in una corretta lingua italiana”.

Alla missiva provocatoria di Giampiero Mughini, è arrivata sollecita la risposta di Taylor Mega tramite le Instagram Stories, “Oggi voglio fare un passo indietro e parlarvi di una cosa che non riguarda solo me ma l’intera categoria della quale faccio parte. Oggi, Giampiero Mughini, scrittore e opinionista sportivo ha scritto una lettera aperta a @dagocafonal parlando di influencer. Oltre a scagliarsi contro l’intero settore si è soffermato in particolar modo su di me. Devo essere sincera, non avrei mai sognato di confrontarmi con uno dei massimi esponenti della cultura italiana su un argomento che mi sta tanto a cuore… Per essere davvero sinceri, caro Giampiero, se volessi fare il tuo gioco dovrei attaccarti dicendo che oggi l’editoria è morta e che il massimo esponente della tua categoria è addirittura Fabrizio Corona. Ma sai perché non lo faccio? Perché oggi è solo grazie alla mia influenza che qualcuno legge quelle quattro stronzate che ti sei permesso di scrivere sulla categoria e su di me in particolare… Mi auguro che da questa tua gaffe tu possa riprenderti e accendere un reale dibattito su quello che significa oggi essere influenti in Italia. È stato un piacere. Con rispetto Taylor Mega”.

Loading...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com