Animali News World

Thailandia, cane in mezzo all’oceano salvato a 220 km dalla costa [VIDEO]

Cane in mezzo all’oceano salvato a 220 km dalla costa

Cosa ci fa un cane in mezzo all’oceano? È una domanda normalissima se consideriamo l’ assurdità della storia che stiamo per raccontarvi. L’ episodio è accaduto lo scorso 12 aprile, in mezzo al Golfo della Thailandia.

Alcuni operai di una piattaforma petrolifera, non potevano credere ai loro occhi quando, nel notare qualcosa di strano galleggiare in mare, accanto ai piloni d’acciaio della struttura, hanno svisto spuntare un cane.

Proprio così, non un grosso pesce, ma un cane. Nella fattispecie una cagnolina di 3-4 anni, stremata, impaurita e denutrita. Subito soccorso, gli operai le hanno dato un po’ d’ acqua, del cibo e molte coccole. Così la cagnetta si è ripresa.

E anche bebe, visto che dopo un po’, quando ha comoreso di essere finalmente sana e salva, ha iniziato a giocare con il personale della piattaforma.

Ma resta comunque un mistero. Come ci è arrivata quella cagnolina fino ad una piattaforma, nel bel mezzo dell’oceano, a 220 km dalla costa? A questa domanda stanno cercando di dare una risposta i volintari dell’associazione animalista Watchdog Thailand, a cui nel frattempo è stata affidata.

Khon Vitisak, l’ operaio che è riuscito a salvare la cagnolina, non ha idea di come sia arrivata così lontano dalla terraferma. Dice: “Se il suo padrone non si fa avanti, allora lo adotto io”. Di seguito il video del salvataggio postato su Facebook dalla pagina di Watchdog Thailand.

Potrebbe interessarti anche:
Milena Vukotic si racconta: “Per tutti ero la moglie di Fantozzi, ora scopro di essere bella…”

Leggi anche:
Gabriele Muccino: “Vi spiego il successo de ‘l’ultimo bacio’. I critici mi rompono i co***ni continuamente…”

Oppure potrebbe interessarti anche:
VIDEO – Argentina, attacco a Wanda Nara: “Un orrore, sembra la marmellata”. Piovono critiche per il tango a Tiki Taka

Sullo stesso argomento:
Tragedia a Roma, bimbo di 8 anni sfugge ai genitori e precipita dal quinto piano: è gravissimo

Loading...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com