Home » Ambra Lombardo e Kiko Nalli amore a gonfie vele, il messaggio a Tina Cipollari
Gossip

Ambra Lombardo e Kiko Nalli amore a gonfie vele, il messaggio a Tina Cipollari

Ambra Lombardo e Kiko Nalli, l’intervista a DiPiù

La storia d’amore tra Ambra Lombardo e Kiko Nalli prosegue a gonfie vele. Dopo l’iniziale conoscenza nella casa del Grande Fratello e l’opposizione dei figli che l’haistylist ha avuto da Tina Cipollari, ora la situazione è serena. Nalli ha infatti portato Ambra a Sabaudia, la cittadina dove vive e gli ha presentato tutta la sua famiglia, figli compresi.

Unica assente proprio l’ex moglie Tina Cipollari, l’opinionista di Uomini e Donne condotto da Maria De Filippi. Ma ambra attraverso le pagine del settimanale DiPiù le manda un messaggio. “Non ho ancora conosciuto Tina però vorrei che sapesse una cosa. E’ una donna che stimo, di temperamento e soprattutto so che è una ottima madre. Un giorno spero che diventeremo buone amiche“.

La storia tra Ambra e Kiko era nata un pò in sordina, la donna aveva lasciato il reality dopo poche settimane e Nalli è riuscito a conoscerla meglio solo dopo la sua uscita dalla casa. La distanza geografica tra i due non sembra pesare, Ambra vive a Milano, mentre l’hairstylist a Roma. Ma non basta, Ambra ha anche raccontato di aver trovato serenità in amore dopo anni turbolenti.

A DiPiù, la donna ha raccontato di una precedente relazione con un fidanzato violento che l’ha resa vittima di abusi fisici e psicologici. Circa sette anni fa, Ambra ha avuto una storia difficile che ha raccontato. “Lui era geloso dei ragazzi che avevo conosciuto in passato, prima di lui. Mi recriminava storie di quando nemmeno ci conoscevamo. Un giorno mi strinse le mani al collo fino quasi a soffocarmi. Non mi prendeva a schiaffi, preferiva strattonarmi. Per terra. Ricordo di aver nascosto per giorni un livido sul collo che si allungava fino al petto. Poi mi riempiva di insulti molto pesanti. Cose forti. Gesti forti e violenti. Non riuscivo a staccarmi. Quando lo lasciavo, lui mi perseguitava e mi raggiungeva sotto casa dei miei genitori perché desiderava farsi perdonare. E io ci ricascavo”.

 

Loading...
ForzAzzurri.net

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com