Home » Segregata e abusata nel pollaio per un mese a Firenze: arrestato il cognato
Cronaca

Segregata e abusata nel pollaio per un mese a Firenze: arrestato il cognato

Segregata e abusata nel pollaio per un mese. Un uomo è stato arrestato a Firenze dopo gli atti violentissimi nei confronti della donna

Segregata e abusata nel pollaio per un mese. La vittima veniva costantemente picchiata, oltre che violentata. È accaduto a Firenze, vittima una donna di 55 anni che per oltre un mese è stata nelle mani dell’ ex cognato, arrestato poi dai carabinieri. Tutto ha avuto inizio lo scorso settembre quando l’ uomo – con una scusa – attira la donna in un capannone adibito a pollaio.

A quel punto, comincia a picchiarla e la lega. Impossibile scappare perché quel posto si trova in una zona isolata di Rufina, nelle campagne di Firenze. L’ incubo è durato per un mese: la donna veniva liberata solo pochi minuti al giorno per mangiare acqua e biscotti.

Nel corso della prigionia è stata costretta anche a scrivere una lettera indirizzata all’ ex coniuge per informarlo che si sarebbe trasferita all’ estero, in modo da giustificare la sua assenza. E come se non bastasse ha anche firmato sia una delega alla compagna dell’ aguzzino per farle utilizzare la carta di pagamento, che percepisce il reddito di cittadinanza.

Dopo alcuni giorni di segregazione, la donna è stata portata nella roulotte dell’ uomo, dove è stata stuprata. Poi una mattina di fine settembre, approfittando di un periodo di prolungata assenza del suo aguzzino, la donna ha trovato il coraggio di scappare, percorrendo quasi 6 km a piedi nel bosco prima di ricevere aiuto da un automobilista di passaggio. Ritrovata la libertà, la donna si è rivolta prima ad un’ amica e poi ai Servizi Sociali e infine ai carabinieri. Lo riporta corriere.it.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina ufficiale

Ultima ora:
Luca Laurenti e la depressione: “Bonolis e mia moglie Raffaella Ferrari mi hanno aiutato”

Segregata e abusata nel pollaio per un mese a Firenze: arrestato il cognato

Alessandria, senza fissa dimora morto in strada: forse per il freddo

Allegri: “Ho avuto tempo per riflettere. Presa una decisione sul mio futuro”: l’annuncio

È il primo e l’ultimo pensiero degli italiani. E non solo: il rapporto Censis

Varese, insulti e schiaffi a bimbi dell’asilo nido: “Sei proprio un terrone”. Maestra nei guai

Loading...
ForzAzzurri.net

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com