Home » Fiona May: “Sono una mamma combattiva. A 50 anni? Odio quando mi fanno una domanda”
Spettacolo

Fiona May: “Sono una mamma combattiva. A 50 anni? Odio quando mi fanno una domanda”

Fiona May mamma combattiva, l’ex lunghista, 50 anni, si racconta in una video intervista rilasciata ai microfoni di Vanity Fair

Fiona May: “Sono una mamma combattiva. A 50 anni? Odio quando mi fanno una domanda”. L’ex lunghista, 50 anni, si racconta in una video intervista rilasciata ai microfoni della rivista Vanity Fair.

«Chi sono io? Prima di tutto una mamma combattiva», è così che Fiona May, 50 anni ex lunghista, reinventatasi attrice, un po’ britannica, un po’ giamaicana, un po’ italiana, si presenta durante l’evento che rivela il suo nuovo «lavoro» come ambasciatrice Yves Rocher per la linea Lifting Végétal. Durante l’incontro ci ha regalato non solo la sua versione sulla bellezza che abbiamo raccolto in un video, ma anche i suoi pensieri sulla vita, profonde riflessioni che la rendono una vera icona di femminilità moderna.

SULL’ASPETTO FISICO
«Non amo quando mi dicono “davvero hai cinquant’anni?” Io non farei mai un ritocco, botox, chirurgia al seno, al sedere, niente. Se Dio mi ha fatto così, resto così nel mondo, ormai ho cinquant’anni non posso cambiare nulla, chi mi accetta mi accetta».

SUI CAMBIAMENTI
«Quando dopo la mia vita sportiva ho voluto fare qualcosa di diverso e sfidarmi sono diventata un’attrice, per modo di dire, il processo è ancora in progress, mi cimento anche come presentatrice, perché mi piace parlare. Se gareggi non puoi parlare e io a lungo non ho potuto farlo».

«Grazie alle mie figlie (Larissa Iacopino, 17 anni, che ha vinto l’oro in salto in lungo ai campionati europei under 20 di Boras, e Anastasia, 11 anni, ndr) sono una persona più famosa. Saltavo, adesso salta Larissa, ma ho sempre voluto utilizzare la mia laurea in economia e commercio che credevo fosse una perdita di tempo aver conseguito. Sono un tipo che desidera fare sempre nuove esperienze, in questo momento sono in tournée in teatro, cosa molto ganza, così si dice dalle mie parti (Fiona May vive in Toscana, ndr) con lo spettacolo “Maratona di New York” e devo recitare in italiano».

Fiona May mamma combattiva, l’ex lunghista si racconta a Vanity Fair

SULL’ESSERE MAMMA
«È impegnativo essere mamma, per me è la cosa più importante. Ho sempre visto mia mamma come una donna forte e presente, ma non volevo essere dura come lei, il mio mix tra giamaicano, inglese, italiano, mi rende ferma e dolce. Trovare l’equilibrio tra questi opposti è la sfida più difficile. Il mio desiderio sulla maternità era di avere due maschi, non due femmine, perché come donna vedi un pezzo di te dentro loro e questo mi spaventa. La cosa più difficile è lasciare spazio e assisterle, ho la tendenza a volerle proteggere da tutto, dagli amori, dai problemi a scuola, ma cerco di trattenermi. Vorrei vederle sempre sorridere, la mia priorità è che seguano le loro passioni».

SULLA FORZA
«Adesso sono una persona più forte di prima, non ho paura di essere me stessa, stiamo vivendo un momento in cui l’immagine è solo un’idea che abbiamo noi in testa, invece dobbiamo cercare di accettarci per quello che siamo, perché per fortuna non siamo tutti uguali. Io sono una combattente, come mamma, lotto contro il bullismo, per l’uguaglianza nel lavoro e contro il razzismo facendo una lotta mentale senza aggressività. Preferisco le azioni come esempio e non le parole offensive».

«Il mio segreto? È difficile dire quale sia, forse è che sono davvero tosta, trovo sempre la forza per andare avanti stringendo i denti per raggiungere il mio obiettivo in modo leale e giusto, anche se richiede tempo, posso aspettare anche dieci anni. Mi è stato insegnato dal mondo dello sport: mai prendere scorciatoie, è pericoloso».

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina ufficiale

Ultima ora
Accoltella due persone durante la messa: folle bloccato dai fedeli

Debiti per 192mila euro, ma dovrà restituirne solo 14mila: sentenza salva ex imprenditore

Terremoto in Calabria: scossa nel Crotonese. L’epicentro a Cirò Marina

Tags
Loading...
ForzAzzurri.net

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com