Home » Coronavirus Lombardia: “Regione avvisata un mese fa, hanno detto che erano str**”. La denuncia del medico del 118
Cronaca

Coronavirus Lombardia: “Regione avvisata un mese fa, hanno detto che erano str**”. La denuncia del medico del 118

Coronavirus Lombardia Regione avvisata un mese fa? La denuncia responsabile dell’Articolazione aziendale territoriale del 118

Coronavirus Lombardia: “Regione avvisata un mese fa, hanno detto che erano str**”. La denuncia del medico del 118. Si chiama Angelo Giupponi ed è responsabile dell’Articolazione aziendale territoriale del 118 di Bergamo. Giupponi sta facendo discutere per alcune sue dichiarazioni riportate all’interno di un reportage pubblicato nei giorni scorsi dal Wall Street Journal. Vi abbiamo raccontato ieri, attraverso una lettera di denuncia da parte di 13 medici del Bergamasco (tra cui anche Giupponi), la gravissima situazione in cui riversa il capoluogo lombardo.

Ma già Marcus Walker e Mark Miramont avevano dato il sentore della situazione grave. I due colleghi statunitensi hanno fatto un lungo viaggio per Bergamo, che definiscono «il Ground zero dell’epidemia» oggi trasformata in «una città fantasma». I due parlano con numerosi dirigenti dell’ospedale Papa Giovanni e delle strutture regionali di emergenza, riuscendo a farsi un quadro chiaro della situazione.

«il Ground zero dell’epidemia»

Tornando ad Angelo Giupponi, il dirigente del 118 di cui sopra, l’uomo, stando a quanto si apprende, avrebbe suggerito alla Regione Lombarda di adottare misure drastiche quando ancora l’epidemia del coronavirus era agli inizi. E la risposta sarebbe stata: «Non abbiamo tempo da perdere per le tue str…te», si legge sul Wall Street Journal.

Lo stesso Giupponi, il 22 febbraio avrebbe scoperto un nucleo di casi di coronavirus a Bergamo. A quel punto avrebbe mandato una email alle autorità sanitarie della Regione, per sottolineare l’esigenza di svuotare alcuni ospedali per adibirli esclusivamente alla cura dei casi di coronavirus. I dirigenti regionali della sanità in quei giorni erano impegnati nella gestione dei casi scoppiati a Codogno e nei paesi attorno.

«Sono tre giorni che non dormiamo e non vogliamo leggere le tue stron..te», è la risposta che Giupponi sostiene di aver ricevuto. Il medico non vuole più parlare della vicenda: «Non confermo e non smentisco, in questi giorni ho altro da fare», le sue parole riportate oggi dall’edizione bergamasca de ‘Il Corriere della Sera’.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina ufficiale

Ultima ora:
Coronavirus Lombardia: “Regione avvisata un mese fa, hanno detto che erano str**”. La denuncia del medico del 118

Nina Moric e il coronavirus: “Non mi sento bene, ho fatto una scelta per il bene di tutti…”

Coronavirus, Angelo Borrelli negativo al tampone: l’annuncio della Protezione civile

Servizio Leonardo 2015, ecco perché quella postata da Salvini è una bufala – VIDEO

Gli effetti del coronavirus sull’ora legale: niente micro jet lag è un rischio in meno

Loading...
ForzAzzurri.net

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com