Home » Cuneo – Dirigente di calcio giovanile adescava minori in chat utilizzando profili fake femminili
Cronaca

Cuneo – Dirigente di calcio giovanile adescava minori in chat utilizzando profili fake femminili

Pedofilia a Cuneo. Un 24enne adescava minori in chat

La Polizia Postale di Torino ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un 24enne residente nel cuneese, direttore di una squadra di calcio giovanile, accusato di avere adescato in oltre 3 anni più di cento minorenni, la maggior parte appartenenti al mondo del calcio giovanile.

L’uomo utilizzava alcuni profili fake femminili per avere i selfie erotici delle giovani vittime e poi ricattarli per averne altri. Ingente il materiale pedopornografico sequestrato. Il giovane dirigente sportivo si trova ora ai domiciliari.

L’indagine della polizia postale di Torino è scattata due anni fa, dopo che un calciatore allora 14enne denunciò di essere stato adescato da una `coetanea´ che col ricatto lo aveva poi costretto a inviare altro materiale con la minaccia della diffusione delle foto appena inviate. A questa si è poi aggiunta anche la denuncia di un ragazzino di Asti. Di qui l’inchiesta si è allargata a decine e decine di casi.

Gle accertamenti hanno consentito di collegare allo stesso soggetto diverse identità fake attraverso le quali soddisfaceva le proprie perversioni sessuali. In alcune circostanze il 24enne, finito ai domiciliari su richiesta della Procura della Repubblica di Torino, proponeva un menage a trois, salvo poi tirarsi indietro in modo da proporre alle vittime di incontrare solo il suo fidanzato, cioè lui stesso. Le vittime, oltre un centinaio, sono state tutte identificate e sentite nelle forze dell’audizione protetta. Tra l’adescatore e i giovani non è intervenuto alcun rapporto fisico.

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com