Home » Milano, vigile urbano spara al suo superiore e poi si suicida
Cronaca Italia

Milano, vigile urbano spara al suo superiore e poi si suicida

La tragedia è avvenuta nel pomeriggio vicino Milano, vigile uccide il suo superiore e poi si suicida.

Poco dopo le 16, secondo le primissime informazioni, un agente di cinquantadue anni – il vigile Massimo Schipa – è entrato nella stanza di un suo superiore – il quarantanovenne vicecomandante Massimo Iussa – e gli ha sparato al petto. Quindi, ha rivolto la stessa arma verso se stesso e ha aperto nuovamente il fuoco.
L’episodio è avvenuto nel comando della polizia locale di San Donato Milanese – che ha sede nel palazzo del Comune di via Cesare Battisti.
I due, soccorsi in condizioni disperate dai medici del 118, sono morti poco dopo l’arrivo in ospedale.
La sparatoria, secondo le prime informazioni, è avvenuta al culmine di una lite per motivi di lavoro.
Sul posto sono presenti i carabinieri del comando provinciale di Milano, che stanno ora indagando per ricostruire le cause della lite trasformatasi in tragedia.
Uno degli agenti – il superiore, vicecomandante, 48 anni – è stato ferito al torace, mentre l’altro (52 anni) è stato colpito alla testa. Gli investigatori stanno raccogliendo le immagini delle telecamere e ascoltando i possibili testimoni per ricostruire la dinamica e la motivazione.

 

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com