Home » Torino, arrestato militante dell’Isis
Cronaca Italia News

Torino, arrestato militante dell’Isis

Arrestato Elmahdi Halili, autore del primo testo di propaganda dell’Isis in italiano

Una vasta operazione di polizia, coordinata dalla Procura della Repubblica di Torino, ha portato all’arresto di un 23enne marocchino naturalizzato italiano per partecipazione all’associazione terroristica dello Stato Islamico. Si tratta di Elmahdi Halili, 23enne autore del primo testo di propaganda dell’Isis in italiano.

Con lui, sono finiti nella rete degli investigatori altri stranieri ed italiani convertiti all’islamismo attivamente impegnati in una campagna di radicalizzazione e proselitismo condotta soprattutto sul web.

L’indagine nasce a fine 2015. Allora, rende noto la polizia, “il giovane era stato già oggetto di una sentenza di patteggiamento, emessa dal Tribunale di Torino alla pena di due anni di reclusione con sospensione condizionale della stessa per istigazione a delinquere con finalità di terrorismo, avendo redatto e pubblicato sul web alcuni documenti di esaltazione dello Stato Islamico”.
Dalle successive attività di indagine avviate dai poliziotti della Digos, spiega la polizia, è emerso “un crescente percorso di radicalizzazione dell’Halili che, nonostante la citata sentenza, aveva addirittura intensificato la sua attività di proselitismo e indottrinamento mediante il reperimento, la consultazione su diverse piattaforme multimediali e l’archiviazione di vario materiale di propaganda ed inneggiante al Jihad prodotto dallo Stato Islamico”.

Perquisizioni sono in corso da parte della Polizia nel nord Italia nei confronti di soggetti legati ad ambienti dell’estremismo islamico. I 13 decreti di perquisizione sono stati emessi nell’ambito dell’indagine che ha portato in carcere Halili e sono scattati a Milano, Napoli, Modena, Bergamo e Reggio Emilia. Nell’inchiesta sono coinvolti anche alcuni italiani convertiti all’Islam, oltre a cittadini di origine straniera: l’accusa ipotizzata nei loro confronti è di aver svolto una campagna di radicalizzazione e proselitismo sul web.

Solo ieri a Foggia, è stato arrestato un egiziano con la cittadinanza italiana, presidente dell’associazione culturale ‘Al Dawa’ di Foggia, nell’ambito di una indagine finalizzata al contrasto del terrorismo internazionale di matrice islamica.

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com