Home » Mario Cipollini rinviato a giudizio per stalking, lesioni e minacce. L’ex moglie Sabrina Landucci: “Mi ha distrutto…”
Cronaca Sport

Mario Cipollini rinviato a giudizio per stalking, lesioni e minacce. L’ex moglie Sabrina Landucci: “Mi ha distrutto…”

L’ex moglie di Mario Cipollini, Sabrina Landucci, ha rilasciato un’intervista ad Oggi

Il 22 marzo si sono finalmente concluse le indagini sulla denuncia presentata nel 2017 dall’ex moglie di Mario Cipollini. Il procuratore di Lucca Pietro Suchan ha deciso che l’ex campione di ciclismo andrà a processo per maltrattamenti, stalking, lesioni e minacce. L’ex moglie Sabrina Landucci ha rilasciato un’intervista al settimanale Oggi.

“Questa vicenda mi ha distrutto, ma dopo l’aggressione sul luogo dove lavoro non ho avuto scelta. Ho deciso di denunciarlo per rispetto verso me stessa”. ha dichiarato Sabrina Landucci, 50 anni, ex moglie del campione di ciclismo Mario Cipollini. 

“La mia cliente ha sempre sopportato di tutto”, dice Susanna Donatella Campione, legale di Sabrina Landucci, “e non ha mai mirato al denaro. Tant’è vero che non ha voluto tenere l’abitazione coniugale che le sarebbe spettata e ha chiesto l’assegno di mantenimento per le figlie, ma non per sé”.

Secondo l’accusa il 6 gennaio 2017, Cipollini è andato alla palestra Ego, luogo di lavoro della moglie, ha inviato messaggi di minacce a lei e al suo nuovo compagno. Poi dalle parole è passato ai fatti. “Dopo averla afferrata per il collo”, scrivono i magistrati “le sbatteva la testa più volte contro il muro”.

Sabrina Landucci è la sorella di Marco Landucci, ex portiere di Inter e Fiorentina e attuale allenatore in seconda della Juventus. Il rinvio a giudizio per Cipollini riguarda anche le minacce nei confronti del compagno della donna, Silvio Giusti, ex calciatore di Chievo, Siena e Lucchese. Secondo gli avvocati difensori di Cipollini, la vicenda andava archiviata come a suo tempo chiesto dal primo pubblico ministero che si era occupato del caso.

A dicembre scorso, Cipollini era già stato rinviato a giudizio con l’accusa di lesioni personali aggravate e minacce nei confronti della sorella, per un episodio verificatosi nell’abitazione della donna a Montecarlo, nella piana di Lucca, il 4 aprile 2017.

 

 

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com