Home » Wanna Marchi e Stefania Nobile, addio Italia: “Nessuno ci vuole. Siamo imprenditrici ma in un altro Paese”
Televisione

Wanna Marchi e Stefania Nobile, addio Italia: “Nessuno ci vuole. Siamo imprenditrici ma in un altro Paese”

Wanna Marchi e Stefania Nobile, addio Italia: la nuova vita

Wanna Marchi e Stefania Nobile dicono addio all’ Italia. Per le due si profila una nuova vita all’ estero. Dopo il processo, ‘innescato’ dai servizi di “Striscia la notizia”, e relative condanne, con tanto di detenzione in carcere, mamma e figlia si traderiscono in Albania, dove sono diventate imprenditrici aprendo tre locali.

Wanna Marchi e Stefania Nobile dicono addio Italia. In una intervista rilasciata ai microfoni di ‘Chi’ la figlia spiega il  perché. “Non riuscivano più a lavorare. La scorsa estate sono venuta per caso in Albania a trovare degli amici. Mi sono innamorata subito del posto. Molti dimenticano che noi da anni facciamo ristorazione, ma in Italia per “le Marchi” lavorare era diventato difficile, Siamo “marchiate”. Così, d’istinto, ho detto a mia madre di venire che avremmo ricominciato qui”.

La mamma, invece, ha qualche rimpianto: “Le abbiamo provate tutte per non lasciare il nostro Paese, ma nessuno offre lavoro alle “Marchi’”. Una sera eravamo senza benzina sulla via Emilia e senza soldi, un’ altra volta non riuscivamo a fare la spesa. Da qualche parte dovevamo ricominciare, Ed eccoci qui”.

Wanna Marchi e Stefania Nobile hanno aperto tre locali: “Rischioso. Ma noi siamo brave imprenditrici e lo stato albanese, se capisce che tu lavori per il bene dell’ Albania e non vuoi solo far affari e sparire, ti aiuta. Sa, non è facile sentirsi sporchi nonostante un debito strapagato con la giustizia a caro prezzo. Forse questa era l’unica soluzione”, conclude.

Ospiti a ‘Live – Non è la D’Urso’, Wanna Marchi e Stefania Nobile avevano già suscitato non poche polemiche. “Dal 2001 che abbiamo tutto il mondo contro. Siamo state punite perché abbiamo venduto sale a dei deficienti che ci hanno creduto. Noi siamo qua solo per te, spero che tu sia come io ti ho conosciuta. Noi siamo andate via dall’Italia, ma qualcuno ci ha invitato. In carcere le persone sperano di avere una seconda vita quando usciranno, purtroppo non sanno che non è così”.

Sullo stesso argomento:
Wanna Marchi e Stefania Nobile: “Siamo state punite perché abbiamo venduto sale a dei deficienti che ci hanno creduto”

Potrebbe interessarti anche:
Il ritorno di Wanna Marchi, eccola a spasso per shopping con la figlia

Leggi anche:
Pamela Prati a Verissimo fa infuriare la Toffanin: “Non credo a ciò che racconti”. Lei lascia lo studio e poi torna dopo 20 minuti

Oppure potrebbe interessarti anche:
Francesca Cipriani mostra il nuovo vestitino, ma la gonna si alza troppo… [VIDEO]

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com