Home » Vladimir Luxuria al Grande Fratello: “Un giorno in paese indossavo abiti femminili e passò mio padre…”
Televisione

Vladimir Luxuria al Grande Fratello: “Un giorno in paese indossavo abiti femminili e passò mio padre…”

Vladimir Luxuria ospite al Grande Fratello

Vladimir Luxuria è entrata nella Casa del Grande Fratello in qualità di ospite e resterà con i ragazzi per qualche giorno. L’opinionista si è trovata subito a suo agio con gli altri coinquilini e si è lasciata andare ai ricordi dolorosi del periodo in cui realizzò di sentirsi una donna.

Luxuria ha raccontato. “Mi sentivo responsabile dell’infelicità dei miei genitori”. Ha ripercorso gli anni difficili in cui ha confessato la sua diversità ai genitori e l’unico appoggio in famiglia era la sorella Laura. “Mia sorella mi ha prestato un suo vestito e quando me lo sono messa ho detto ‘finalmente sono io”.

“A 14 anni mi sono detta ‘Voglio provare a farlo anche fuori’, cercavo di capire gli sguardi della gente: se mi capivano o mi disprezzavano. Allora cominciai a sentire degli insulti: alcuni se la prendevano come fosse una sfida alla loro identità. Poi sono arrivate anche le botte, ma non voglio fare la vittima, ho superato tutto”. Ha raccontato commossa Luxuria.

I ricordi di Vladimir Luxuria arrivano al giorno doloroso in cui ha sentito su di sé il peso della sofferenza causata ai genitori. “Un giorno ero in paese e indossavo abiti femminili. Passò mio padre con un amico che gli fece cenno come per dire. ‘Guarda quel ricchione!’. Mio padre girò lo sguardo e vide che ero io, suo figlio”. 

Vladimir non riesce a trattenere le lacrime e continua. “Quello sguardo è durato pochi secondi, ma sapevo che dovevo tornare a casa e affrontare la situazione. Mi sono sentita responsabile dell’infelicità di coloro che mi avevano messa al mondo, che mi avevano dato da mangiare e fatto crescere. Mi chiudevo sola nella mia cameretta, pensavo di essere senza futuro e ho anche pensato di farla finita. Poi, nei momenti bui, il barboncino Dolly mi ha dato una carica e ho ripreso a vivere”. 

 

Loading...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com