Home » Valeria Marini: “Incontri proibiti con Alberto Sordi provino ‘particolare’. Vorrei farmi una famiglia…”
Spettacolo

Valeria Marini: “Incontri proibiti con Alberto Sordi provino ‘particolare’. Vorrei farmi una famiglia…”

Valeria Marini: “Incontri proibiti con Alberto Sordi provino ‘particolare'”, l’ attrice parla ai microfoni di ‘OFF’, l’inserto de ‘Il Giornale’

Valeria Marini: “Incontri proibiti con Alberto Sordi provino ‘particolare'”, lunga intervista dell’ attrice sarda ai microfoni di ‘OFF’, l’inserto de ‘Il Giornale’. Ve ne proponiamo alcuni passaggi.

Valeria Marini su ‘Incontri proibiti‘. “Quando ho fatto il film Incontri Proibiti con Alberto Sordi. Arrivavo da Los Angeles dove ero stata per studiare l’ inglese e quando mi ha chiamato Sordi non ci potevo credere. Per me lui era stato un mito, perché siamo cresciuti tutti con i suoi personaggi. Un episodio off è stato sicuramente quando l’ ho incontrato e ho fatto il primo provino”.

Un provino particolare. “Siccome il mio personaggio doveva anche guidare, mentre ero al volante ero distratta (faccio sempre quattro cose in uno). Così, mentre lui mi chiamava con il nome del personaggio e recitava la battuta: “Si, Signorina Federica, io capisco…”, aggiungeva, “Stà attenta al camion! Stà attenta al camion!” Aveva paura che io andassi a sbattere”.

Sull’ esperienza lavorativa a cui è più legata, la Marini rivela: “Sono tante, ma in primis il Bagaglino, al Salone Margherita. È stato il mio debutto in televisione. Un palcoscenico meraviglioso dove ho imparato tante cose. Io venivo dal teatro e volevo fare quello o il cinema, e non avevo pensato alla tv”.

E non ha dubbi su quella scelta. “È stata una scelta giusta e ringrazio ancora Pingitore di avermi dato questa opportunità che mi ha aperto la strada al successo e al lavoro. Poi son legata tanto al film che ho fatto con Sordi, ma ogni esperienza di lavoro ti lascia qualcosa, anche quelle non positive, perché c’è sempre da imparare. Poi, sicuramente, quello che mi piace del mio lavoro è l’affetto e l’amore del pubblico”.

Mentre l’ esperienza lavorativa che ancora vorrebbe fare è “un bel film con un ruolo divertente, brillante. Ad esempio un’attrice che adoro è Paola Cortellesi. Mi piace tantissimo perché, a parte la bravura e l’intensità, è anche simpatica. Secondo me oggi è importante anche avere un ruolo dove fai sorridere il pubblico. Oggi più che mai c’è voglia di evadere, di sognare, di non pensare ai problemi quotidiani”.

Se ho mai subito delle avances sul lavoro? Certo agli inizi della carriera le ho subite, però se una vuole gira i tacchi e se ne va […] Il mondo dello spettacolo è il mio mondo, è la mia vita. Anzi, non mi appartiene quasi per niente la vita quotidiana. In alternativa, sicuramente avrei aiutato gli altri facendo la missionaria o aiutato gli animali”.

Valeria Marini è anche impegnata nel sociale, a tal proposito spiega: “Sostengo da tempo l’ AMRI l’ associazione che lavora per la ricerca contro le malattie reumatiche infantili e che ha sede al Gaslini di Genova. Ho scelto questa associazione perché una volta sono andata per partecipare e ho visto la serietà con cui lavorano e accolgono sia i bambini che hanno questi problemi che le loro famiglie. Mi son sempre data da fare raccogliendo fondi e grazie alla collaborazione abbiamo comprato due macchinari molto importanti per la ricerca. Il fatto di aiutare chi ha bisogno, mi dà molta gioia”.

Infine, la Marini esprime un desiderio in merito alla sua vita privata: “mi piacerebbe finalmente farmi una famiglia e dedicarmi sia al mio lavoro che agli altri”.

Leggi anche:
Valeria Marini fa il bagno nella fontana di Piazza di Spagna, i commenti del web

Esagera Valeria Marini: completamente nuda nella vasca da bagno [VIDEO]

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina 

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com