Home » Si può ottenere un prestito se si è segnalati al CRIF?
Italia News

Si può ottenere un prestito se si è segnalati al CRIF?

Si può ottenere un prestito se si è segnalati al CRIF? La risposta è sì e ve la spieghiamo noi in pochissimi passaggi che possono risolvere il problema

Si può ottenere un prestito se si è segnalati al CRIF? Per chi è stato segnalato al Crif non è facile ottenere un prestito. Quando ti rivolgi ad una banca o ad una società finanziaria autorizzata, di solito gli operatori eseguono un controllo sulla tua “reputazione” in termini creditizi. La banca vuole essere sicura sulla tua reale possibilità di solvibilità. Quindi procede ad un controllo, verificando se il tuo nome compare nella Centrale Rischi Finanziari.

Il Crif appunto è uno strumento che consente agli istituti che devono erogare un prestito di controllare se un richiedente ha già avuto problemi precedenti nella restituzione del debito. Tuttavia, anche se sei stato segnalato al Crif, esistono delle concrete possibilità, che ti permettono di ottenere un nuovo finanziamento senza incorrere in troppe difficoltà. Vediamo di che cosa si tratta.

Come ottenere un prestito se segnalati al Crif

Prestitiperte.com ha scritto una guida utile sui prestiti per i segnalati al Crif. Può capitare infatti che, dopo aver richiesto in prestito una data somma di denaro, ci si ritrovi in difficoltà economiche che non permettono di pagare alcune rate di rimborso o, addirittura, di non essere nelle condizioni di poter restituire l’intero debito.

Oppure per esempio può succedere che ad un debitore venga imposto un pignoramento per la sua mancanza di solvibilità. Le banche diffidano dal dare un finanziamento ad una richiedente il cui nome è finito nel Crif, perché intravedono la possibilità di un rischio finanziario. Tuttavia puoi fare riferimento ad altre forme di prestito. Non per forza infatti ti devi rivolgere ad una banca o ad una società finanziaria, per ottenere il denaro di cui hai bisogno, anche per avere una certa liquidità a tua disposizione.

Il social lending

Con il termine social lending si indica un prestito tra privati. Può essere una forma vantaggiosa e molto utile, perché è una forma di finanziamento che non ha niente a che fare con la valutazione negativa che viene data quando le possibilità creditizie vengono macchiate dall’essere segnalati al Crif.

Questa forma di prestito è riconducibile ai prestiti personali non finalizzati, una delle tipologie più utilizzate di credito al consumo che, in quanto tali, non prevedono garanzie a protezione del prestatore contro il rischio di default.

Le piattaforme web

Un’altra possibilità che ha un cattivo pagatore di ottenere un prestito consiste nel rivolgersi a delle piattaforme web specializzate per mettere in comunicazione la domanda con l’offerta. Ci sono infatti alcune persone che hanno interesse nel concedere dei finanziamenti facendo riferimento ai loro capitali.

Per loro è una forma di guadagno, perché così poi possono riavere indietro i loro soldi, riscuotendo la maturazione degli interessi. Il mercato in questione è piuttosto ricco. Ti basta cercare su internet i siti che permettono di effettuare questo tipo di operazione.

Devi fare comunque attenzione agli eventuali rischi in cui potresti incorrere. Devi stare particolarmente attento al tasso di interesse che viene applicato, per riuscire ad avere la possibilità di difenderti da tassi eccessivamente alti. Quindi forse dovresti farti consigliare anche da un esperto che possa valutare bene la situazione, se hai intenzione di sottoscrivere questo tipo di accordo mediante le piattaforme online.

La concessione del trattamento di fine rapporto

Un’altra possibilità che hanno coloro che sono stati segnalati al Crif e che quindi hanno difficoltà nell’accedere ad un finanziamento “tradizionale”, per esempio rilasciato da una banca, è costituita dalla concessione del trattamento di fine rapporto, che viene messo in ballo come garanzia di rimborso economico.

Il richiedente deve affidare il proprio Tfr mettendolo a disposizione come garanzia della restituzione della somma che ha ricevuto. In questo modo l’istituto di credito o la società finanziaria avranno delle garanzie su cui poter contare in caso di mancanza di solvibilità.

Purtroppo però questo tipo di soluzione non può coinvolgere i lavoratori autonomi e i liberi professionisti.

Come hai visto da tutte queste soluzioni che ti abbiamo proposto, anche chi è stato segnalato al Crif ha la possibilità di trovare un modo per riuscire ad ottenere i soldi di cui ha bisogno attraverso un’altra possibilità che gli permetta di disporre della liquidità di cui necessita anche per far fronte ad eventuali spese impreviste.

Basta soltanto trovare la formula che ti è più congeniale, in modo da aggirare l’ostacolo della segnalazione al Crif, ottenendo il tuo prestito.

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com