Home » Lea Michele si racconta: “La malattia ha cambiato il mio rapporto col cibo. Voglio 10 bambini”
Spettacolo

Lea Michele si racconta: “La malattia ha cambiato il mio rapporto col cibo. Voglio 10 bambini”

Lea Michele si racconta, l’attrice di origini italiane parla della sindrome da ovaio policistico e dei progetti futuri in una intervista

Lea Michele si racconta: “La malattia ha cambiato il mio rapporto col cibo. Voglio 10 bambini”. Tutti l’abbiamo amata e conosciuta nel ruolo di Rachel Berry in Glee. Nel 2009 sale alla ribalta nella serie tv young Glee, un ruolo che la catapulta nel mondo delle celebs, fatto di premi e soddisfazioni, ma anche di riflettori puntati sulla vita privata e sull’aspetto fisico.

Un vortice che avrebbe potuto travolgere chiunque, ma non Lea, che invece è rimasta focalizzata sulla sua carriera, variegandola il più possibile: da allora, ha recitato in altre serie tv, ha scritto due libri, ha pubblicato album e fatto tournée sold out.

Nel mentre, lo scorso marzo, ha sposato l’imprenditore Zandy Reich, una decisione che ha portato ancora più felicità nella sua vita e l’ha spinta sempre di più a occuparsi del suo benessere. «Per me, si tratta di essere allineati nella mente, nel corpo e nello spirito, cercando di trovare la connessione tra tutti questi fattori», rivela l’artista in un’intervista a Health.

Un lungo viaggio, che per lei è cominciato molto prima di conoscere Zandy: «Il mio viaggio nel benessere è iniziato quando stavo girando Glee. Durante la seconda stagione, ho iniziato a rendermi conto che non potevo assumere 8 caffè al giorno, mi facevano sentire nervosa; non potevo rimpinzarmi a tarda notte, così come un certo cibo mi faceva sentire affamata solo un’ora dopo il pasto, non fornendomi il carburante di cui avevo bisogno. Il programma delle riprese poi era folle: 17 ore al giorno, tra prove di danza e studio di registrazione. Ho iniziato a capire che più mangiavo bene e più mi prendevo cura di me stessa».

Così ha cominciato a curare l’alimentazione, imparando tanti trucchetti che condivideva con i suoi fan sui social. Fino a quando, verso i 30 anni, scopre di avere la sindrome da ovaio policistico: «È una condizione molto comune. Gli effetti collaterali possono essere brutali, come l’aumento di peso e la pelle brutta. In quel periodo non ero molto attiva fisicamente, così ho inserito nella mia routine degli allenamenti con un elemento spirituale, come il SoulCycle o l’hot yoga».

«Fino ai 20 anni prendevo la pillola e questo aiutava nel tenere a bada i sintomi dell’ovaio policistico, ma poi decisi di interromperla per disintossicare il mio organismo, e così ritornò l’acne e presi molto peso. Fino a quando un bravo medico non me l’ha diagnosticata e così attraverso la dieta sono riuscita a gestirla. Ma la mia non è una forma acuta».

Lea ha sempre avuto un buon rapporto con il cibo – «Ho origini italiane, quindi in casa mia si mangiava tanta pasta. Ma per me il cibo era sinonimo di gioia, mai visto come un nemico. Tuttavia, posso perdere peso e ingrassare molto rapidamente: in quanto donna del settore in cui mi trovo, può essere molto stressante. Se ingrasso un pochino, scriveranno: “Lea Michele è incinta”. Intorno ai 30 anni, il mio metabolismo è cambiato e improvvisamente sono aumentata di peso e mi sono sentita fuori controllo. È stato un momento in cui fermarmi e pensare: “Ok, sto invecchiando e le cose non saranno più come prima”. Quindi, mi sono presa del tempo per ascoltare il mio corpo e capire di cosa aveva bisogno. Ora ho 33 anni e non sono mai stata meglio».

Ora Lea è davvero serena e progetta un futuro a tinte rosa: «Mi prendo cura di me ogni giorno, senza aspettare di arrivare al limite, per esempio, con un bagno caldo con sale di magnesio, facendo della meditazione, andando a yoga. Penso che sia importante dedicarsi ogni giorno dei momenti per sé. Poi, ho un marito che mi trova la ragazza più bella al mondo. Tra qualche anno? Spero di essere mamma di 10 bambini, se è fisicamente possibile farne così tanti! E poi, voglio anche continuare a registrare e spero di tornare a Broadway» (fonte: Vanity Fair).

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina ufficiale

Ultima ora:
Bari, cade controsoffitto dell’hotel durante il veglione di Capodanno: 4 feriti, uno grave

Fedele strattona il Papa in piazza San Pietro: lui si infuria e la schiaffeggia – VIDEO

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com