Home » Focolaio coronavirus Italia, è caccia al paziente 0: sospetti su 8 cinesi al bar per il derby
Italia News Salute

Focolaio coronavirus Italia, è caccia al paziente 0: sospetti su 8 cinesi al bar per il derby

Focolaio coronavirus Italia, è caccia al paziente 0 e tra le varie teorie spunta quella su 8 cinesi ad assistere al derby in un bar

Focolaio coronavirus Italia, è caccia al paziente 0: sospetti su 8 cinesi al bar per il derby. Nella mappa dei contagi in Lombardia, con i numeri in aggiornamento di ora in ora, c’è un prima e un dopo. Sono le 18.30 di ieri sera quando crolla ogni certezza. E dalla Lombardia al Veneto il mistero si infittisce perché in entrambe le regioni si apre la caccia ai «Pazienti zero» fondamentale per arginare i focolai.

Fino alle 18.30 l’espansione del coronavirus in Lombardia, anche se con una velocità di diffusione che sorprende gli esperti stessi, è limitata a un raggio di 30 chilometri intorno a Codogno e al suo ospedale. Medici, infermieri, familiari e amici, tutti gli ammalati insomma, sono collegati tra loro. È nella cittadina da 16 mila abitanti nel Lodigiano in cui il «Paziente uno» va a cena con l’amico manager di ritorno da Shanghai il primo febbraio, beve una birra al pub di Casalpusterlengo il 4, si fa visitare dal medico di famiglia il 17 e soprattutto entra in pronto soccorso per ben due volte il 18 e il 19.

[…] Insomma per 45 contagiati — ribadiscono in Regione — il legame con il Lodigiano è accertato. Tra cui il cognato del «Paziente zero», anche lui comunque della zona. Ma, con il malato del San Raffaele, quello di Mediglia e l’improvvisa nuova caccia al «Paziente zero», la catena si interrompe. E torniamo alle 18.30 di ieri sera.

Il derby in un bar di Vo’ Euganeo
Dalla Lombardia ai 17 casi del Veneto, la ricostruzione della catena dei contagi è sempre al centro del lavoro degli esperti e anche lì gli interrogativi sono molti. Chi ha contagiato Adriano Trevisan, il 78 enne di Mira, primo morto italiano da coronavirus? Il 9 febbraio l’uomo guarda il derby Inter-Milan alla Nuova locanda al sole di Vo’ Euganeo insieme con 8 cinesi, due rientrati di recente dalla Cina e tutti ora sottoposti al test del tampone. E il 68enne di Mira, in rianimazione, nessun contatto con cinesi e mai stato a Vo’ cosa c’entra? Ovvio, che senza l’origine dei contagi è anche più difficile decidere il da farsi per contenere il virus (fonte: corriere.it).

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina ufficiale

Ultima ora:
Coronavirus ferma la Serie A: rinviate Inter-Sampdoria, Atalanta-Sassuolo e Verona-Cagliari

Coronavirus Italia, Zaia e le colpe della presunta macchina perfetta: spunta una lettera che imbarazza la Giunta veneta

Focolaio coronavirus Italia, è caccia al paziente 0: sospetti su 8 cinesi al bar per il derby

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com