Home » Sconcerti: “Campionato falsato. Marotta, Gattuso e Fonseca hanno ragione soprattutto per un motivo”
Sport

Sconcerti: “Campionato falsato. Marotta, Gattuso e Fonseca hanno ragione soprattutto per un motivo”

Per Sconcerti il campionato è falsato. Il giornalista sportivo sottolinea alcuni aspetti delle vicende calcistiche legate al coronavirus

Sconcerti: “Campionato falsato. Marotta, Gattuso e Fonseca hanno ragione soprattutto per un motivo”. giornalista sportivo sottolinea alcuni aspetti delle vicende calcistiche legate al coronavirus nel suo editoriale per ‘Il Corriere della Sera’

“La decisione di fermare o non fermare il calcio non dovrebbe essere della Lega, ma del governo e soprattutto dei medici che ne sono consulenti. In tempi di epidemia un evento sportivo è un affare di salute pubblica. Che titoli ha la Lega per prendersi la responsabilità di mettere 300 mila persone a domenica nello stesso posto una di fianco all’ altra? Marotta, Gattuso, Fonseca e molti altri parlano adesso di campionato falsato per questo aprire e chiudersi di stadi. Hanno ragione, è un campionato falsato. Benvenuti nella realtà.

Cosa c’ è di non falsato nella nostra vita da dieci giorni a questa parte? Si chiudono perfino le chiese. Siamo seri. Mi ha colpito molto che in tutta la discussione nessuno, dico nessuno, abbia pensato che tra venerdì e sabato, quando cioè la decisione è maturata, i contagi erano passati da 821 a 1.128, 300 in più del giorno precedente. E che i decessi erano stati 8, i più alti dall’ inizio dell’ epidemia. Erano dati che da soli potevano valere una decisione di prudenza.

Sento invece che il problema è quale presidente abbia fatto più pressioni e con chi. Questa colorazione del virus, questo mettergli una maglia, è grottesco soprattutto perché certamente in parte vero.

Ed è anche per questo che non deve decidere la Lega da sola. C’ è un conflitto di interessi per risolvere il quale il calcio non ha competenze sufficienti.

Parla solo di sé, non di tutti. Credo si dovrebbe fare un passo in avanti e cominciare a pensare a soluzioni più vaste. Come c’ è già chi sta pensando a cosa può accadere alle Olimpiadi di luglio o agli Europei di giugno. Non siamo solo noi, è il calendario del mondo sottosopra. Dobbiamo solo decidere se siamo in emergenza o no. Se lo siamo non si tratta di recuperare due giornate.

Si tratta di capire come recuperare due-tre mesi di calcio. Senza paura, con intelligenza. Il tempo non può mancare a chi s’ inventa ogni anno un calendario sempre nuovo.

Sarebbe un grande problema certamente, ma potremmo controllarlo noi. Non rimanere nelle mani del virus”.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina ufficiale

Ultima ora:
Meteo Italia, settimana prossima con ciclone mediterraneo: le previsioni

Paziente zero Veneto, la cacciatrice: “Coronavirus circolava sotto traccia da tempo”. Ma è giallo sui due anziani

Lutto nella musica: morta Elisabetta Imelio dei Prozac+, aveva 44 anni

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com