Home » Coronavirus, follia a Bergamo: cittadini in coda per giocare slot e gratta e vinci. L’ira di Gori
Cronaca

Coronavirus, follia a Bergamo: cittadini in coda per giocare slot e gratta e vinci. L’ira di Gori

Coronavirus, follia a Bergamo, dove alcuni cittadini si mettono in coda per giocare slot e gratta e vinci. L’ira del sindaco Gori

Coronavirus, follia a Bergamo: cittadini in coda per giocare slot e gratta e vinci. L’ira di Gori. Se da un lato il DPCM dello scorso 8 marzo, e integrato il 9, ha previsto la sospensione su tutto il territorio nazionale di sale giochi, sale scommesse e bingo, la rivendita di tabacchi è consentita, per cui i tabaccai restano aperti. Ma proprio dai tabaccai è possibile trovare altre tipologie di gioco.

E proprio in Lombardia, assediata dall’ incubo del contagio, dove la situazione si avvicina al collasso i cittadini faticano a capire il rischio che si prendono non rimanendo a casa, anziani inclusi. Soprattutto chi ha il vizio del gioco. Da Bergamo, la cui provincia è tra le più assediate, arriva un messaggio negativo.

Il comune di Bergamo ha pubblicato su Twitter la decisione del sindaco Giorgio Gori, di un ulteriore giro di vite per impedire gli assembramenti nei tabaccai. Sia il primo cittadino che l’account del Comune lanciano strette e appelli per fermare questa follia. Di seguito il comunicato.

«#CORONAVIRUS: #BERGAMO SOSPENDE OGNI FORMA DI GIOCO D’AZZARDO NELLE TABACCHERIE
Diversi tabaccai ci hanno segnalato che tante persone (soprattutto anziane), nonostante i pressanti inviti a non muoversi di casa, si presentano regolarmente nei loro negozi per acquistare i famosi “grattini” (Gratta e Vinci e altre tipologie) o per giocare alle slot o al 10eLotto. Non è per questi “articoli” che il Decreto della Presidenza del Consiglio consente alle tabaccherie di restare aperte in queste settimane!

Ho quindi firmato, pochi minuti fa, un’ordinanza che prescrive la sospensione immediata di tutte le tipologie di gioco nelle tabaccherie.
RIMANETE A CASA, vi ripeto, e se in queste settimane doveste perdere l’abitudine a buttare soldi nel gioco d’azzardo…tanto meglio!».

Coronavirus, morto Vittorio Gregotti. Addio al maestro dell’architettura del Novecento

Vicenza, il flash mob è un disastro: canta dal balcone ma i vicini chiamano i carabinieri – VIDEO

Venezia, Coronavirus ‘pulisce’ l’acqua nei canali: “Tornata limpida per due motivi…”

Meteo Italia, super anticiclone poi il gelo: il colpo di coda dell’Inverno dopo la Primavera

Il dramma di Donatella Rettore: “Ho un tumore, devono operarmi d’urgenza”.

Rc auto sospesa per Coronavirus: ecco chi ha diritto a posticipare il pagamento

Festino con brindisi all’ospedale per fine studi: 9 infettati tra medici e specializzandi

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com