Home » Coronavirus al mare, l’esperto: “Bagno in acqua sicuro ma a una condizione. Vi spiego”
Italia News

Coronavirus al mare, l’esperto: “Bagno in acqua sicuro ma a una condizione. Vi spiego”

Coronavirus al mare, ecco come potremo farci il bagno

Coronavirus al mare, l’esperto: “Bagno in acqua sicuro ma a una condizione. Vi spiego”. Con l’Estate alle porte e una pandemia ancora in corso ci si interroga su come saranno le vacanze al tempo del coronavirus, tra mascherine, guanti e gel. Sulle misure da adottare stanno lavorando l’Istituto Superiore di Sanità e il ministero della Salute. I tecnici sono all’opera per elaborare un piano in modo da consentire la riapertira delle attività balneari in sicurezza.

A dare qualche indicazione è l’edizione online de ‘Il Corriere della Sera’, secondo cui, il mare non è di per sé contaminato dal coronavirus: se Sars-CoV 2 è in mare è perché ce lo porta l’uomo. Ma se c’è bassa concentrazione come appunto in mare, le capacità infettanti sono estremamente ridotte. In mare aperto quindi, così come lungo i litorali non adiacenti a sversamenti e con acque reflue di scarichi organici. In sostanza il bagno è sicuro, ma attenzione a evitare queste zone in genere ben visibili e segnalate

A proposito di nuotare e stare insieme in acqua, ne parla il dott. Alfredo Rossi, medico e direttore sanitario della Società Nazionale di Salvamento, ai microfoni de ‘Il Corriere della Sera’: “In acqua la trasmissione virale da un individuo portatore a uno sano non avviene attraverso l’acqua stessa ma attraverso l’aria espirata e il contatto umano qualora i due nuotatori si trovassero troppo vicini”.

E ancora: “Una persona infetta infatti può rilasciare il virus nella fase espiratoria mentre nuota. Ma è molto probabile che il virus non sopravviva perché la carica virale si disperde velocemente grazie anche all’azione delle correnti, dei raggi ultravioletti e grazie alla salinità dell’acqua che crea per il virus un ambiente sfavorevole. Il mare ha un potere auto depurante enorme”.

Mantenere le distanze in mare è dunque importante (e possibile visti gli spazi) proprio per evitare il contagio esattamente come accade fuori dall’acqua attraverso tosse, starnuti e respirazione ravvicinata.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina ufficiale

Ultima ora:
De Luca contro Fontana, il ‘non’ duello a Porta a Porta – VIDEO

Milano, 78enne fa irruzione al Pio Albergo Trivulzio: “Volevo salvare mia moglie”

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com