Home » Carcere ai giornalisti, Consiglio d’Europa lancia Alert sulla situazione italiana
News World

Carcere ai giornalisti, Consiglio d’Europa lancia Alert sulla situazione italiana

Carcere ai giornalisti, la piattaforma del Consiglio d’Europa lancia un Alert sulla situazione italiana

Carcere ai giornalisti, Consiglio d’Europa lancia Alert sulla situazione italiana. La piattaforma del Consiglio d’Europa per la difesa dei giornalisti ha pubblicato, il 5 maggio, un Alert sulla situazione italiana relativa al carcere per il reato di diffamazione a mezzo stampa.

La piattaforma del Consiglio d’Europa mette in guardia a proposito del rinvio della decisione da parte della Corte Costituzionale in merito al giudizio di legittimità della pena detentiva, rinvio chiesto dal Cnog a fronte di una possibile udienza a porte chiuse, causa pandemia,  che avrebbe limitato il dibattito.

Come riporta il sito dell’ Ordine Nazionale dei giornalisti, la notizia fa esplicito riferimento alla posizione dell’ Avvocatura dello Stato italiano che, nella memoria alla suprema corte, ritiene ammissibile la pena sino a sei anni di reclusione per il reato di diffamazione a mezzo stampa.

“La memoria segna un passo indietro rispetto a una serie di iniziative legislative promosse in Parlamento per abolire la pena detentiva nei casi di diffamazione a mezzo stampa”. Si tratta dei progetti di legge in discussione dal 2001 in poi “in seguito a una forte pressione internazionale” e mai giunti all’approvazione definitiva.

“La Corte europea dei diritti dell’uomo ha riscontrato che l’Italia ha violato l’articolo 10 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo in merito al mantenimento delle leggi che consentono la pena detentiva per diffamazione, con la sentenza del 2013 Maurizio Belpietro contro Italia e, più recentemente, in quella Sallusti contro Italia del marzo 2019″, ricorda la Piattaforma del Consiglio d’Europa.

L’Alert cita sia la posizione del Cnog che quella dell’Osservatorio Ossigeno per l’Informazione che reclamano con urgenza la riforma della norma e la soppressione della pena detentiva. CLICCA QUI per la notizia originale in inglese.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina ufficiale

Ultima ora:
Giscard accusato di molestie sessuali: il 94enne ex presidente francese stringe e palpeggia giornalista

Caso Melania Rea, Parolisi ancora in carcere, il legale: “Chiederemo permessi premio”, ma è polemica

India, fuga di gas da impianto chimico: morti e migliaia con malori. Le immagini terribili

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com