Home » Chip multifunzione, Sony lancia la rivoluzione degli smartphone – VIDEO
Tecnologia

Chip multifunzione, Sony lancia la rivoluzione degli smartphone – VIDEO

Un chip multifunzione che trasformerà gli smartphone in dispositivi stile Matrix: la rivoluzione di Sony

Chip multifunzione, Sony lancia la rivoluzione degli smartphone. Il futuro è alle porte e i nostri smartphone sono la chiave per aprire quelle porte. Si, perché l’innovazione a cui sta lavorando Sony è destinata a rivoluzione ancora di più la nostra attività con i dispositivi tecnologici.

La multinazionale giapponese già oggi, anche se non tutti lo sanno, sviluppa buona parte dei sensori fotografici presenti sugli smartphone. Ma ora si è data all’intelligenza artificiale e si prepara a lanciare una nuova generazione di chip con algoritmi di analisi delle immagini integrati. La data, o almeno il periodo, è fissata per la prossima Estate.

Ecco quindi Imx500 e Imx501, due processori in grado di riconoscere persone e oggetti, raccogliere dati sulla temperatura corporea, contare il numero di clienti in un negozio, visitatori in un museo, tifosi in uno stadio, analizzare il loro comportamento, misurare la distanza che li separa, riconoscere e contare i prodotti che una persona ha portato alla cassa di un supermercato.

Come riporta ‘La Repubblica’, la novità, relativa perché in assoluto non è il primo sistema a farlo, sta nel fatto che le analisi dell’ intelligenza artificiale vengono fatte dal chip stesso senza dover trasmettere i dati a server cloud esterni. Questo significa evitare parecchi problemi legati alla privacy.

Chip multifunzione Sony: la svolta tecnologica

In Europa il Gdpr consente la raccolta di dati attraverso una telecamera sulle persone che, ad esempio, si fermano davanti ad una vetrina ma non la loro identificazione. In pratica si può contare i passanti e perfino analizzare la loro reazione emotiva davanti ad un prodotto o a una pubblicità, il dato però che può esser comunicato dal dispositivo all’ esterno deve essere anonimo.

La startup italiana Blimp, ha realizzato delle telecamere che funzionano a questo modo e le ha provate a Verona a giugno scorso. I due sensori della Sony hanno caratteristiche simili ma sono molto più potenti e minuti. Il più piccolo, l’ Imx500, misura mezzo centimetro. Quanto basta per entrare in uno smartphone. Prezzo: 80 euro circa. Immaginate ora cosa si potrebbe fare con uno strumento simile montato sul proprio telefono.

La definizione migliore su quest’ epoca di pandemia, almeno dal punto di vista dell’ hi-tech, l’ ha data lo scrittore Bruce Sterling. Parlando con lui gli ho chiesto cosa pensasse del paragone con la Seconda Guerra Mondiale con i suoi grandi passi avanti fra radar e crittografia. Mi ha risposto che secondo lui era errato: questi sono tempi che assomigliano molto più alla Guerra Fredda, dominati da strumenti che sono quasi sempre orientati al controllo.

Xxx

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com