Home » Alessandra Mastronardi addio a L’allieva: “A un certo momento bisogna averne il coraggio. Lockdown? Mi serviva uno stop”
Spettacolo Televisione

Alessandra Mastronardi addio a L’allieva: “A un certo momento bisogna averne il coraggio. Lockdown? Mi serviva uno stop”

Alessandra Mastronardi addio a L’allieva, è la stessa attrice ad annunciarlo in una intervista rilasciata ai microfoni di ‘Io Donna’

Alessandra Mastronardi addio a L’allieva: “A un certo momento bisogna averne il coraggio. Lockdown? Mi serviva uno stop”. L’attrice annuncia la dipartita della serie in una intervista rilasciata ai microfoni di ‘Io Donna’. Ve ne proponiamo alcuni passaggi.

Bloccata dal lockdown a Roma, in questi giorni finalmente torna sul set nei panni dell’aspirante medico legale Alice Allevi per terminare le riprese di L’allieva. Terza – e ultima – stagione della serie di Rai 1 tratta dai romanzi di Alessia Gazzola.
«Io e Lino (Guanciale, ndr) abbiamo deciso di mettere un punto. A un certo momento bisogna averne il coraggio, e lo dico pure da spettatore: ero una fan sfegatata di Grey’s Anatomy, dopo quindici anni… Basta!”.

Lo spoiler delle novità
“Posso anticipare che comparirà un improbabile fratello di Lino, impersonato da Sergio Assisi, e che cambierà il direttore dell’Istituto di Medicina legale: sarà Antonia Liskova. Evviva, arriva una donna non per innescare un banale triangolo amoroso, ma come figura ispirazionale! Mi lancerà una sfida lavorativa”.

Nella realtà ha una role model?
“Mia madre. Un esempio potente e un po’… ingombrante. Come fa? Come fa???, mi chiedo. Io sono dell’86, cresciuta nella “bolla” degli anni ’90, ho avuto le cose facili. La sua, invece, è una generazione meravigliosa che ha combattuto il mondo eppure ha tenuto tutto quanto assieme. Ha sempre lavorato – ha una scuola di formazione universitaria con mio padre, che è psicologo e psicoterapeuta – da lunedì al sabato mattina, 12 ore al giorno, eppure né io né mia sorella abbiamo avvertito mancanze… Durante la pandemia a volte mi perdevo solo nel dovermi inventare pranzo e cena!”

Altre riflessioni sollecitate dell’emergenza?
“Tante, sto ancora mettendo ordine nei pensieri… Nella mia vita frenetica serviva un fermo importante: stavo annaspando, ero in apnea e non me ne rendevo conto. La prima settimana ho preparato la pila dei libri che volevo leggere da tempo, mi sono segnata le serie tv da vedere, i corsi di pilates da provare. La seconda, ho capito: si imponeva uno stop. Come quando il computer non funziona e non ti resta che spegnere e riaccendere…”.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina ufficiale 

Leggi anche:
Ricci: “Baudo sputava ai collaboratori. Baglioni? Gigi d’Alessio mi ha rivelato il nomignolo. E sulla Botteri…”

Coronavirus, Sud meno colpito per maggior rispetto del lockdown ma più impoverito: lo studio

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com