Home » Barbara De Rossi: “Femminismo? Anche gli uomini vanno rispettati. Conosco certe storie di attori…”
Spettacolo Televisione

Barbara De Rossi: “Femminismo? Anche gli uomini vanno rispettati. Conosco certe storie di attori…”

Barbara De Rossi sul femminismo e non solo, l’intervista a ‘Libero quotidiano’

Barbara De Rossi: “Femminismo? Anche gli uomini vanno rispettati. Conosco certe storie di attori…”. L’attrice e conduttrice parla della situazione femminile in una intervista rilasciata a ‘Libero quotidiano’. Ve ne proponiamo alcuni passaggi.

[…] Crede di essere stata penalizzata nella sua carriera dal fatto di essersi tenuta alla larga da mondanità e salotti buoni?
«Io non amo frequentare i salotti, preferisco essere un cane sciolto e fare tutto con le mie forze. So che lì si crea un giro di amicizie, ma un attore dovrebbe essere valutato per quello che sa fare, non per le sue conoscenze o protezioni politiche. Magari ciò mi ha chiuso qualche porta, ma sono fiera di camminare da sola».

Nel 2016 lei ha dovuto lasciare la conduzione di Amore criminale su RaiTre per una scelta dei dirigenti Rai (c’era la Bignardi alla guida). Nessuno l’ha più richiamata?
«Io continuo ad avere ottimi rapporti con alcune figure in Rai. Allora rimasi molto dispiaciuta, perché il programma aveva uno share altissimo e il riscontro da parte del pubblico, soprattutto delle donne di cui raccontavo le violenze subite, era ottimo. Ora mi piacerebbe molto tornare in Rai, ma non posso dire di più…».

In quell’occasione lei venne rimpiazzata da Asia Argento, di cui disse: «Non so quanto possa essere rassicurante per le donne». Cosa intendeva?
«Quando venni sollevata dall’incarico, mi aspettavo di essere sostituita da una donna più grande, come la Guerritore o la Morante. Pensavo che le donne si sarebbero sentite più rassicurate da una figura che avesse già fatto un tipo di percorso nella vita e nel lavoro».

Barbara De Rossi: “Femminismo? Gli estremismi non mi sono mai piaciuti”

Asia Argento è poi divenuta paladina del Me Too. A tre anni di distanza dalla nascita di quel movimento, qual è il bilancio?
«Credo che, nei casi chiari di molestia e sopruso, sia stato giustissimo parlarne. E infatti adesso c’è molta più attenzione, è subentrato anche il timore di comportarsi male da parte di chi era abituato a farlo. Tutto questo è un buon risultato. Mi piacciono molto meno le persone che si attaccano al Me Too e lo usano per altri scopi».

Si riferisce alle femministe che ne fanno strumento di una campagna ideologica?
«Sì, io non sono femminista, gli estremismi non mi sono mai piaciuti. Ogni campagna di opinione andrebbe impostata sulla base del rispetto: anche gli uomini dovrebbero essere rispettati, non si può demonizzarli tutti dicendo che sono delle carogne, perché ce ne sono tanti perbene. E poi pure i maschi ricevono avances indesiderate: conosco storie di attori che si sono trovati in situazioni strane, oggetto di attenzioni particolari da parte di donne».

[…] Chiudiamo con la vita sentimentale. Pensa di convolare a nozze, per il suo 3° matrimonio, col suo compagno Simone Fratini?
«Per ora stiamo bene così. Il matrimonio è una festa per dichiarare a tutti che ci si ama. In ogni caso non lo faremmo a favor di telecamera: ci sono cose che vanno custodite gelosamente».

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina ufficiale 

Leggi anche:
Vaccino coronavirus, in Russia pronti a vaccinazione di massa: la data

Roma, sesso con l’alunna sedicenne: professoressa arrestata

Gemelli uccisi, la madre: “Mario lo ha fatto per un motivo preciso. Perché non lo odio…”

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com