Home » Usa, Neil Young fa causa a Trump
News World

Usa, Neil Young fa causa a Trump

Neil Young fa causa a Trump: la denuncia

Usa, Neil Young fa causa a Trump. Il 16 giugno 2015 il tycoon in una delle sue tantissime uscite, si autoproclama «il più grande presidente nella storia degli Stati Uniti», pur mancando ancora 5 mesi alle elezioni che lo videro effettivamente eletto come 45esimo Presidente degli Stati Uniti. Ma torniamo al 16 giugno 2015, quel giorno Trump festeggia con i suoi sostenitori sulle note di «Rockin’ in the Free World», una delle composizioni più note di Neil Young.

Un dettaglio che non va giù all’artista 74enne canadese che diffida il tycoon a non usare i suoi brani nelle sue uscite. Dal canto suo, the Donald ignora le proteste, sostenendo di aver pagato i diritti d’autore per poter riprodurre migliaia di brani, compresi quelli di Young. Ma il cantante non demorde e così, a distanza di 4 anni, durante i quali Trump ha continuato ad usare le sue canzoni, decide di fare causa, denunciando il comitato elettorale del Presidente americano per violazione delle norme sui diritti d’autore.

Va detto che la legge americana a tal proposito è chiara: chi paga le royalties può riprodurre le canzoni in luoghi aperti al pubblico; a meno che l’autore non lo vieti esplicitamente. Neil Young ha fatto proprio così. E non solo, perché l’artista canadese, che è un ammiratore del democratico-socialista Bernie Sanders, ne fa una questione politica. Lo dimostra il documento depositato in tribunale dal cantautore.

«Non è nostra intenzione mancare di rispetto ai diritti e alle opinioni dei cittadini americani, che sono liberi di appoggiare il candidato prescelto. Tuttavia in buona coscienza non può essere consentito di usare la nostra musica come “colonna sonora” di una campagna divisiva, anti americana di odio e di ignoranza», si legge nel documento tradotto dall’edizione online del quotidiano ‘Il Corriere della Sera’. I legali del cantante hanno anche quantificato il danno presunto: 150 mila dollari.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina ufficiale 

Leggi anche:
Esplosione Beirut, tetto crolla sul prete durante la messa – VIDEO

Loading...
ForzAzzurri.net

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com