Home » Duplice omicidio Lecce, confessa il 21enne arrestato. “Voleva mandare un messaggio alla Città”
Cronaca

Duplice omicidio Lecce, confessa il 21enne arrestato. “Voleva mandare un messaggio alla Città”

Duplice omicidio Lecce, confessa il 21enne arrestato

Duplice omicidio Lecce, confessa il 21enne arrestato. “Voleva mandare un messaggio alla Città”. Antonio De Marco, 21 anni, di Casarano, studente di Scienze infermieristiche all’ospedale Vito Fazzi di Lecce, arrestato ieri sera per il duplice omicidio di Lecce, ha confessato. È lui quindi l’assassino di Daniele De Santis ed Eleonora Manta, massacrati con 25 e 35 coltellate la sera dello scorso 21 settembre.

Il 21enne fino allo scorso agosto è stato un coinquilino delle vittime in via Montello, quindi conosceva bene i due ragazzi. La redazione di Adnkronos ha parlato con uno dei residenti della palazzina di via Montello. «Il ragazzo che è stato fermato ha abitato qui per un po’. Lo conoscevo solo di vista, non sapevo nemmeno come si chiamasse, non ci ho mai parlato, solo buongiorno e buonasera quando ci incrociavamo. Non so per quanto tempo abbia vissuto qui, sicuramente questa estate si è visto più volte».

De Marco aveva con sé striscette stringitubo e un cappuccio ricavato da un paio di calze di nylon da donna, che forse dovevano servirgli a torturare le vittime prima di finirle. Secondo quanto ricostruito nell’ordinanza, il ragazzo voleva immobilizzare , torturare e uccidere, per poi ripulire tutto con «acqua bollente, candeggina, soda». Ma l’aspetto più inquietante della personalità, come riferisce la Procura, è che voleva lasciare una scritta sul muro con un messaggio per la città.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra Pagina ufficiale

Leggi anche:
Modena, testimonial sicurezza stradale muore in un incidente a 26 anni: la tragedia

Reddito di cittadinanza, in arrivo app nazionale: “impossibile rifiutare lavoro e mantenere sussidio”

Briatore attacca De Luca: “Una m**a. Virus lieve, solo un aspetto è stata difficile…”

Cercano droga a casa di un pusher: agenti trovano prezioso violino rubato nel 1675 in Giappone

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com