Home » Guardare video di animali diminuisce lo stress, soprattutto una categoria: la scoperta
Animali Benessere Salute

Guardare video di animali diminuisce lo stress, soprattutto una categoria: la scoperta

Guardare video di animali fa diminuire lo stress, la scoperta grazie ad uno studio

Guardare video di animali diminuisce lo stress, soprattutto una categoria: la scoperta grazie ad una ricerca effettuata dall’università di Leeds insieme a Tourism Western Australia. Secondo quanto emerso, i video che hanno per protagonisti gli animali, specie quelli più teneri o i cuccioli, ci fanno bene.

Lo studio arriva dopo un particolare dettaglio registrato su Google durante il lockdown. Infatti, nel corso dei mesi di isolamento, questo tipo di contenuti ha segnato un balzo nelle ricerche online. Su Google Trends la parola chiave «video animali» è stata la più cliccata. In Italia si è avuto un dato simile nella settimana fra il 12 e il 18 aprile e fra la fine di marzo e la fine di maggio. Anche le ricerche per le parole chiave «pet video»,«puppies videos» e simili, su scala globale, sono state eseguite in quel periodo.

Lo studio ha coinvolto 19 volontari a cui è stato sottoposto una serie di video con protagonisti i quokka, per una sessione di mezz’ora. Ebbene, guardando questi piccoli marsupiali, purtroppo a rischio estinzione, lo stress dei partecipanti è diminuito. La scelta di mostrare i quokka non è un caso. I piccoli marsupiali si trovano solo in una piccola area nel Sud-Ovest dell’Australia Occidentale. Vengono definiti gli animali più felici del mondo per la loro morfologia facciale che sembra appunto li faccia sorridere.

Guardare video di animali contro lo stress

Ai volontari è stata registrata la pressione sanguigna e il battito cardiaco sia prima che dopo la visione delle clip. I ricercatori hanno così verificato come entrambi i parametri siano significativamente calati durante la sessione dedicata ai quokka. E non solo. Perché da una valutazione psicologica aggiuntiva è emerso un altro dato: livelli di ansia ridotti di circa il 35% e in certi casi perfino dimezzati.

Andrea Utley, una delle autrici, ne ha parlato al Daily Mail. «Nel corso della sessione il battito cardiaco e la pressione sanguigna sono scese in tutti gli individui a livelli che si possono associare a situazioni salutari e indicative di livelli di stress e ansia limitati. Gli studenti erano ansioni prima dell’esame, con battito cardiaco e pressione mediamente elevate poco prima dell’inizio in alcuni volontari questi parametri erano anche superiori, a testimoniare l’elevato livello di stress», ha spiefato la docente della Scuola di scienze biologiche dell’ateneo inglese.

La maggior parte dei partecipanti erano infatti studenti che avrebbero dovuto sostenere un esame proprio un’ora e mezza dopo la visione, mentre il resto erano impiegati universitari che si definivano stressati dal lavoro. Durante la visione dei filmati la pressione è scesa in media da 136/88 a 115/71 durante il test mentre in un caso il battito è crollato da 90 bpm a 68 e un altro partecipante si è quasi addormentato.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina ufficiale

Leggi anche:
Berlino, scontri a manifestazione contro misure anti Covid: incendiato edificio gestione emergenza – VIDEO

Visite ai defunti, De Luca annuncia nuovi provvedimenti

Loading...
ForzAzzurri.net

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com