Home » Greggio e Iacchetti: “In Politica oggi gente sconosciuta. Così noi faremmo funzionare l’Italia…”
Televisione

Greggio e Iacchetti: “In Politica oggi gente sconosciuta. Così noi faremmo funzionare l’Italia…”

Ezio Greggio e Iacchetti e la Politica: intervista a ‘Tv Sorrisi e canzoni’

Greggio e Iacchetti: “In Politica oggi gente sconosciuta. Così noi faremmo funzionare l’Italia…”. I due conduttori in una intervista a ‘Tv Sorrisi e canzoni’. Ve ne proponiamo alcuni passaggi.

Come avete visto cambiare l’Italia (e gli italiani) in questi anni? Ed era più facile scherzarci su ieri o oggi?
Greggio: «Se prendiamo la politica, oggi è sicuramente più difficile. Nel 1994 avevamo bersagli giganteschi come Andreotti o Craxi, oggi capita di vedere un politico e non sapere chi è. Per fortuna gli autori di “Striscia” sono bravissimi. Dico bene, Socio?».

Iacchetti: «Eh, dici bene, è cambiato tutto… guarda Grillo, allora era un collega, adesso è un politico».

Vi preparate a superare le 2.500 puntate insieme. […] Però nel totale Ezio batte Enzo per 4.101 puntate di Striscia a 2.639…
Iacchetti: «Ma grazie, lui è partito con sei anni di vantaggio! Ricordo quando lo guardavo in tv e dicevo: “Potrei benissimo esserci io lì, insieme a quel nasone”. Poi mi hanno chiamato davvero e non potevo crederci».

Greggio: «Confermo. Alla fine della prima puntata sei schizzato via!».

Iacchetti: «Ero andato a telefonare alla mamma per chiederle se mi aveva visto davvero. Temevo fosse uno scherzo».

A proposito, di scherzi ve ne siete fatti tanti… ma chi ne fa di più?
Iacchetti: «È sempre lui che inizia. Lui li fa e io subisco. Come quella volta del figlio segreto… mamma mia».

In che senso «figlio segreto»?
Greggio: «Ma sì, una cosuccia da niente… Insieme ad Antonio Ricci abbiamo fatto credere a Enzino che forse aveva un figlio che non conosceva. Un giorno al ristorante è arrivata una donna che sosteneva di avere avuto una notte d’amore con lui. Più lui diceva di non ricordare nulla e più lei si arrabbiava… Naturalmente era un’attrice arruolata da noi. Siamo andati avanti quattro mesi, fino al giorno in cui si è presentata nello studio con un bambino. Enzo si è barricato in camerino con il bambino fuori che gridava: “Papà, apri papà”…».

Iacchetti: «Poi alla fine hanno avuto pietà e mi hanno detto: “Apri Enzino, è tutto uno scherzo”. Oggi non ci cascherei più perché sono diventato sospettoso. E anche un po’ irascibile».

Greggio e Iacchetti: “In Politica oggi gente sconosciuta”

Quest’anno la pandemia priverà le vostre conduzioni della presenza del pubblico in studio. È un problema?
Greggio: «Pazienza, per noi è un ritorno alle origini, quando il pubblico erano i tecnici che scoppiavano a ridere e poi si vedeva l’immagine della telecamera che “ballava”…».

[…] Farete compagnia agli italiani in un Natale che si preannuncia pieno di sacrifici…
Greggio: «Speriamo di portare in dono un po’ di giustizia con le inchieste di “Striscia”. E soprattutto tanti sorrisi».

Cosa sarebbero Greggio e Iacchetti senza “Striscia”, oggi?
Iacchetti: «Penso che sarei comunque un bravo attore di teatro. Anche se, certo, meno popolare».

Greggio: «Io sono convinto che ci saremmo incontrati comunque. Era destino. Magari insieme avremmo messo su una pizzeria al trancio. Faremmo trancetti di un centimetro, piccolissimi e bellissimi, perché siamo pur sempre artisti».

Un’ultima curiosità. Alle ultime elezioni per il Presidente della Repubblica Ezio ha ricevuto quattro voti ed Enzo solo uno. È giusto così?
Iacchetti: «Eh, ma ve l’ho detto, lui partiva avvantaggiato. Sei anni di conduzione in più!».

Greggio: «Ma dai Enzino, non te la prendere, vorrà dire che io faccio il Presidente e ti nomino Primo ministro, va bene?».

E quale sarebbe il vostro primo provvedimento?
Iacchetti: «Farei arrivare ai lavoratori cassintegrati che ancora non li hanno ricevuti i soldi per la pandemia. Uno scandalo».

Greggio: «Concordo. E in più, vorrei una legge che ci dia politici più preparati. Sotto la mia presidenza dovranno conoscere almeno tre lingue. Di cui una dovrà essere l’italiano».

Seguici anche su Facebook

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com