Home » Giulia Anania: “L’amore oggi è la cosa più porno che c’è. Siamo su questa terra per un motivo”
Gossip

Giulia Anania: “L’amore oggi è la cosa più porno che c’è. Siamo su questa terra per un motivo”

Giulia Anania sull’amore e non solo, l’intervista ad Huffington post Italia

Giulia Anania: “L’amore oggi è la cosa più porno che c’è. Siamo su questa terra per un motivo”. La cantautrice, scrittrice e paroliere racconta la sua visione dei sentimenti in una intervista ad Huffington post Italia. Ve ne proponiamo alcuni passaggi.

Verdone nota, per esempio, come lei “sia un’autrice dotata di una rara capacità di osservazione del dettaglio, fino a farlo diventare protagonista”.
“Questo è un mio piccolo trucco. O, meglio, uno stile di vita che invito tutti a mettere in atto. Vede, credo che ognuno di noi, ogni gesto quotidiano, sia carico di poesia. Un esempio? Io amo guardare la gente che, a Roma, aspetta il tram 19. Tutte quelle persone con storie, ambizioni, speranze e delusioni diverse. Mi piace cercare la poesia fuori dai luoghi comodi, anche in mezzo alla monnezza. Ed è questo che ci aiuterà a sopravvivere, a tornare a innamorarci. Secondo me tutte le persone sono in qualche modo una poesia”.

Cosa le piace di queste poesie-persone?
“L’idea di andare a cercare l’amore con loro. Adesso l’amore è la cosa più pornografica che c’è. Nulla è più estremo del parlare di sentimenti, dichiararsi, essere fedeli”.

In che senso l’amore è la nuova pornografia?
“Negli ultimi anni, tutta Italia ha vissuto una sorta di Spoon River con la chiusura di cinema e teatri, e la scomparsa di tante persone che, se prima lottavano, adesso si sono chiuse in loro stesse. Ho notato che oggi la cosa più difficile da fare è dire ti amo, ti voglio bene, ma anche come stai? Dobbiamo tornare ad accorgerci degli altri. Abbandonare il cinismo, rivendicare i sentimenti. Nessuno potrà farmi cambiare idea: siamo su questa terra fondamentalmente per innamorarci, e avere un cuore attivo”.

Il suo cuore oggi è attivo?
“No. In passato sono stata innamorata, ma da molto tempo non mi succede più. Però vivo gli amori degli altri. Una domanda che faccio spesso è sei innamorato? Ma, anche: che cosa è per te l’amore?”

Perché non si innamora?
“Vai a capire… Ho incontrato persone che volevano rubarmi la libertà, e questo mi ha molto spaventato, o altre che volevano stare con me solo per scampare alla solitudine”.

Lei ha paura della solitudine?
“No. Poi, come dico in questo libro, l’amore è un bellissimo accollo. Ma attenzione: a Roma l’accollo è un impegno, anche se sei single come me da tanti anni. Tutto quello che fai d’importante ha bisogno di impegno, etica. Bisogna accollasse l’amore, la nostra passione, per questo vale la pena anche soffrire”.

Si sente mai sola?
“’Avoja. Tantissimo. In Italia poi l’artista è lasciato solo. Con il covid la situazione è peggiorata”.

Che vuol dire essere soli?
“Significa che non viene capito quello che ti muove, il tuo lavoro, il tuo impegno. Oggi è molto difficile per gli artisti, soprattutto quelli indipendenti, avere una rete, degli spazi dove stare”.

Mi scusi, ma che rapporto ha con l’amore degli altri?
“Mi incuriosisce: a volte chiedo a degli sconosciuti di leggermi delle poesie, e aspetto la loro reazione. È molto simile a quando qualcuno ti parla della persona che ama. È un modo per vedere le persone senza performance, senza sovrastrutture. Ecco, l’amore non ha bisogno di performance. L’amore ci spoglia. Forse è per questo che non mi innamoro, trovo troppa performance”.

Seguici anche su Facebook

Leggi anche:
Serie A, ex Sassuolo vittima di revenge porn: video e foto diffuse in rete

Russia, pilota disegna pene gigante in cielo con aereo di linea: la protesta – VIDEO

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com