Home » Boomdabash: “Noi derubati di tutto abbiamo dovuto ricominciare da capo. E ora Don’t worry”
Spettacolo

Boomdabash: “Noi derubati di tutto abbiamo dovuto ricominciare da capo. E ora Don’t worry”

Boomdabash derubati di tutto mentre includevano un disco, il racconto a ‘OFF’ de ‘Il Giornale’

Boomdabash: “Noi derubati di tutto abbiamo dovuto ricominciare da capo. E ora Don’t worry”. Il gruppo reggae e hip hop in salsa salentina, raccontano la loro storia in una intervista a ‘OFF’ de ‘Il Giornale’. Ve ne proponiamo alcuni passaggi.

«Se ci guardiamo alle spalle rifaremmo tutto quello che abbiamo fatto fin qui. Sono stati anni intensi, pieni di gioia e sacrifici. La musica ci ha dato la forza di superare le difficoltà e, per questo, non l’abbiamo mai abbandonata. L’ultimo album è più di una raccolta, è la fotografia del nostro modo di vivere».

Quindici anni di carriera e non sentirli. Come vi siete conosciuti?
«In realtà sono ben oltre 15, stiamo insieme da un ventennio! Ci siamo incontrati in Puglia, chi fa musica nei piccoli paesi solitamente si conosce e non è stato difficile ritrovarsi alle feste di dancehall sulla spiaggia. In Salento nei primi anni del 2000 c’era molto fermento!».

Un nuovo singolo, “Don’t worry”, e il best of dei vostri successi con alcuni inediti. La musica diventa un inno di speranza per essere, ancora una volta, “felici”?
«Sì,  la musica è in grado di unire le persone, dandoci quella grinta di cui abbiamo bisogno per andare avanti. “Don’t worry”, così come tutti i pezzi di Boomdabash, lancia un messaggio positivo di fiducia nel futuro e sociale, che non potevamo fare a meno di condividere con i nostri affezionati. Sentivamo la necessità di comunicare loro emozioni e  sentimenti attraverso ciò che sappiamo fare meglio: la musica. Prima o poi la luce tornerà, il sole e le stelle brilleranno ancora. Un augurio speciale per non lasciarsi abbattere dagli ostacoli che la vita ci pone di fronte, ritrovando presto la serenità».

“Mambo salentino” e “Karaoke” sono balzati in alto nelle hit. Qual è il segreto per intercettare i gusti del pubblico?
«Seguiamo sempre e solo il nostro istinto, non ci sono ricette particolari. Dapprima cerchiamo di fare la musica che piace a noi, sperando che possa arrivare al pubblico con l’entusiasmo e l’energia che ci contraddistingue. Siamo anche abbastanza pignoli e, se non siamo convinti di un pezzo al cento per cento, non lo facciamo uscire».

Loredana Bertè vi adora. “Non ti dico no”, estratto dall’album “Barracuda”, è stato il tormentone estivo del 2018.  Un aneddoto del vostro incontro con la regina italiana del rock? 
«Loredana è un’icona e siamo davvero orgogliosi di aver lavorato con lei al successo di due anni fa  “Non ti dico no”. Un brano che ci ha dato tantissime soddisfazioni. Accolto benissimo da tutti i fan. Inoltre, per noi è una persona speciale, che ha vissuto mille vite e ha tanto da raccontare. Ascoltandola si rimane a bocca aperta».

Ricordate un episodio off e bizzarro degli esordi?
«Stavamo lavorando all’uscita del primo disco ufficiale, una sera ci derubarono in studio e abbiamo dovuto iniziare tutto da capo. Ad ogni modo non ci siamo mai arresi, ricominciando da zero con costanza e determinazione. Adesso possiamo affermare che ci siamo presi le nostre soddisfazioni».

Star del reggae, tra gli altri, avete lavorato con i rapper Fabri Fibra, Fedez e Clementino. Nuove collaborazioni in vista?
«Negli anni non ci siamo fatti mancare nulla. Gli artisti con cui abbiamo collaborato sono amici della band. Deve esistere un bel legame umano e professionale per poter fare un ottimo lavoro. Poi, tentiamo sempre di divertirci! Non abbiamo ancora in mente futuri featuring, però ci sono diversi musicisti con cui ci piacerebbe collaborare. Tra gli internazionali Damian Marley (figlio di Bob, ndr), poiché proveniamo da una matrice reggae, fra gli italiani stimiamo parecchio Zucchero Fornaciari».

Seguici anche su Facebook

Leggi anche:
Lutto ad Avanti un Altro, Bonolis: “Non so dove sei adesso, di sicuro in un posto”

Loading...
ForzAzzurri.net

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com